Tre menzioni

Ancora tre menzioni d’onore dei nostri amici poeti, che si rendono protagonisti nel panorama dei concorsi letterari nazionali! Si tratta di Armando Bettozzi, che se l’è aggiudicata nell’ambito del Premio Artistico Letterario Scriptura 2019 a Nola (NA) per la sezione Poesia in vernacolo con la sua poesia Cuppido…ancora c’è, e di Sandra Greggio e Piero Colonna Romano, che sono stati premiati alla IX edizione del Concorso “Ambiart” a Milano per i loro brani Enigma e Rosa e di raso, tutte poesie a suo tempo già pubblicate dal nostro Cantiere, che continua ad essere una garanzia della qualità poetica ivi rappresentata. Ancora una volta dedichiamo un applauso ai tre amici augurando di accrescere ancora il loro “carniere” di successi!

 

Published in: on maggio 20, 2019 at 09:03  Comments (3)  

Il fiume

Dal pianto delle nevi

nasce Il fiume

segue il corso assegnato

di sassi, un qualche fiore

incontra, l’affluente

lungo le melodie

della stagione

confonde le sue acque,

si fa più grande il fiume,

così è la vita

semina affluenti

e scorre verso il mare.

Lungo il percorso

accumula detriti

s’infittisce di nubi

e arcobaleni.

Non chiudiamo

pensieri all’ombre cupe

il cuore aperto

è inteso a tutelare

lo sciabordio fugace della foce,

rende l’ultimo tratto di cammino

poi si confonde

nell’immenso mare … 

e le gocce di pioggia

o di rugiada

sono artefici pronti a tutelare

il gran disegno

o Padre!

Mentre beviamo ingrati

il tuo sapore.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on maggio 20, 2019 at 07:49  Comments (3)  

Parti di me

PEDAÇOS DE MIM

Eu sou feita de
Sonhos interrompidos
detalhes despercebidos
amores mal resolvidos

Sou feita de
Choros sem ter razão
pessoas no coração
atos por impulsão

Sinto falta de
Lugares que não conheci
experiências que não vivi
momentos que já esqueci

Eu sou
Amor e carinho constante
distraída até o bastante
não paro por instante


Tive noites mal dormidas
perdi pessoas muito queridas
cumpri coisas não-prometidas

Muitas vezes eu
Desisti sem mesmo tentar
pensei em fugir,para não enfrentar
sorri para não chorar

Eu sinto pelas
Coisas que não mudei
amizades que não cultivei
aqueles que eu julguei
coisas que eu falei

Tenho saudade
De pessoas que fui conhecendo
lembranças que fui esquecendo
amigos que acabei perdendo
Mas continuo vivendo e aprendendo

§

Son fatta di sogni infranti,
dettagli inosservati, amori irrisolti.
Son fatta di pianti senza ragione
persone nel cuore, atti impulsivi.
Sento la mancanza
di luoghi che non ho conosciuto
esperienze che non ho vissuto
momenti che ho già dimenticato.
Sono amore e affetto costante,
distratta quanto basta
non mi fermo un istante.
Già ho avuto notti insonni
ho perso persone molto care
ho fatto cose non promesse.
Molte volte ho desistito senza tentare
ho pensato a volte di fuggire,
per non affrontare
ho sorriso per trattenere il pianto.
Sono dispiaciuta per le cose non cambiate
le amicizie non coltivate
chi ho giudicato, ciò che ho detto.
Ho nostalgia delle persone
che ho conosciuto
dei ricordi che ho dimenticato
ed altri che temo di dimenticare,
degli amici che ho perso.
Ma continuo a vivere e imparare.

MARTHA MEDEIROS

Published in: on maggio 20, 2019 at 07:47  Lascia un commento  

Bussare

Entrare in un piccolo borgo è come bussare piano alla stanza di una vergine.

Simone Magli

Published in: on maggio 20, 2019 at 07:42  Lascia un commento  

Un giorno che sa di libertà

Afferrare l’aria
stringerla
nei pugni chiusi
afferrare l’attimo
affinché eterno resti
nel ricordo
cercare di fermare
il tempo
lo scandire dei giorni
che avanzano
l’età
convenzione
la mente vaga
oltrepassa lo spazio
non ha confini
si torna bambini
si torna ragazzi
in un girotondo
allegro
che sa di libertà

Maristella Angeli

Published in: on maggio 20, 2019 at 07:11  Comments (6)