I centauri

E ora passo il mio tempo a guardare
Le moto passare
La vita intera che corre
Scivola via veloce
E lascia l’amaro e il dolce
Come retrogusto
Nel giorno già frusto al mattino
Fra la gente del bar vicino
-Che qua ci sono sempre
Visi rassicuranti
Credo sia brava gente
Non sono mica tanti
Accennano un sorriso
O un guizzo negli occhi
Vuol dir che siamo vivi
Ci vediamo anche oggi-
E l’aria alla finestra
Una giornata di festa
È poi solo questa qua
Non aver niente da fare
Qualche luogo a cui pensare
E poi guardare gli altri andare
Tanto là ci sei già stato
E un posto che hai già visto
Te lo puoi immaginare
Come sarà stamattina
La vita lì vicina
In periferia c’è ben poco da fare
Puoi stare lì a vedere
Come andrà a finire
Sentire l’eco di altre età
E un riverbero dentro
E un brivido ti prende
Nell’immobilità del tempo
E i centauri vanno
Corrono nel vento
Inguainati di pelle
Con la vita dentro

azzurrabianca

Published in: on giugno 21, 2019 at 06:50  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/06/21/i-centauri/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: