Prima neve

Mi leverò al mattino
tra il ridere pacato dei cristalli
di neve. Cadi, cadi, allegra, buona
Prima neve,
tu sei la prima, sei la prima neve.
I bambini nati in primavera
e gli uccelli non ti conoscevano.
Anch’io sono stupito dal biancore
anch’io stupisco di quest’aria nuova:
nella vecchia città palpita adesso
un che di fresco, come di boschivo.

BORIS ABRAMOVIČ SLUCKIJ

Annunci
Published in: on settembre 10, 2019 at 07:48  Lascia un commento  

Scusami se guardo

Scusami se guardo
il tuo sorriso
faccio provviste
quando non ci sei
lo uso per dipingere il silenzio
della solitudine…
non ascoltare voci
di miei occhi
parlo con me stesso
e con il cuore.
non chiedermi con l’aria
volermi dare il mondo…
certe cose sono di valore
si sciupano toccarle con le mani,
scusami se il cuore le accarezza
invade competenze
di tempo e di confini
ma non ha il mio consenso,
è fissato al cielo,
perde notti di tempo
dietro stelle cadenti…
combina solo guai.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on settembre 10, 2019 at 07:13  Comments (1)  

Le stagioni pallide

Le stagioni pallide

e quelle col sole in fronte,

poi l’inverno di gelo

e l’estate di terra riarsa,

in tutto questo rincorrersi dei giorni,

noi chi siamo?

 

Maria Attanasio

Published in: on settembre 10, 2019 at 07:09  Lascia un commento