Freddi simulacri

Tra di me leggo i miei versi d’amore
povere parole freddi simulacri d’odi
saffiche e dei melici monodici perché
a tanto è giunto l’ardir mio mi domando?
Una sola una la risposta: poco mi pareva
dir amata mia amata cara sai che t’amo

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on settembre 12, 2019 at 07:24  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/09/12/freddi-simulacri/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: