Paese

Mio murale
nella volta del cuore.
Vengo a te
quando la melanconia
del ricordo
mi punge ‘lAnima.
Eri il presepe
più bello
con la chiesa
sulla salita
e una nidiata di case
sul poggio.
La ferrovia Firenze-Siena
dove la littorina
fischiava alla curva
e sulla via maestra
le corriere arrotondate
lapislazzuli.
Di lato
la villa delle suore
del Cottolengo
e l’infanzia di noi ragazzi
risuonante
in giardino.
Nella piana
casolari sparsi
col variare di colori
nelle stagioni.
Poi la mia casa
fatiscente
la gioia
di palleggiare al muro.
Ora non profumi di beltà
ti hanno sfigurato …

 

Graziella Cappelli

Annunci
Published in: on settembre 16, 2019 at 07:22  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/09/16/paese-3/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. Molto bella la tua poesia, Il tempo rafforza la dolcezza di ricordi belli e li copre di malinconia. Cari saluti Graziella.

  2. Ciao Graziella, ho dimenticato di sottoscrvere.
    Giuseppe

    • Grazie, Giuseppe.
      Bentornato!
      Graziella


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: