Due parole da traghettare

Se un giorno all’alba s’oscurasse il sole
e in un abisso si perdesse il mare,
mentre il silenzio copre le parole
e i gesti volti alle persone care,

già nell’azzurro scriverei: “mi duole
esser alma che più non può abbracciare”
e aggiungerei al tuo nome le due sole
parole che nessuno può scordare.

La prima volta che diciamo: “t’amo”,
come un tatuaggio, più non si cancella;
la magica favella ripetiamo,

occhi negli occhi, a qualche anima bella;
la stessa frase estrema la portiamo
al Creator che veglia su una stella.

Santi Cardella

Published in: on ottobre 9, 2019 at 07:44  Comments (1)  

Se mi stacco da te, mi strappo tutto

Se mi stacco da te, mi strappo tutto
Ma il mio meglio (o il mio peggio)
ti rimane attaccato, appiccicoso,
come un miele, una colla, un olio denso.
Ritorno in me, quando ritorno in te
(e mi ritrovo i pollici e i polmoni).
Tra poco atterro a Madrid:
(in coda qui all’aereo, selezionati miei connazionali,
gente d’affari, dicono numeri e numeri, mentre bevono
e fumano, eccitati, agitatamente ridendo).
Vivo ancora per te, se vivo ancora.

EDOARDO SANGUINETI

Published in: on ottobre 9, 2019 at 07:43  Lascia un commento  

Sta succedendo la vita

Sta succedendo la vita.
Il fatto è che noi
Non siamo immortali,
Anzi fragilissimi
Come cristalli e preziosi
Come diamanti.
Sta succedendo su me,
Sta passando
Nel tunnel in cui sto ora,
Sul monte altissimo che scalo
A piedi nudi.
E’ così che accade.
Nasciamo nudi,
Poi siamo vestiti e poi all’ improvviso
Quando la vita succede,
Quando sembra allontanarsi,
Torniamo ad essere nudi.
Sta succedendo la vita.
Io la vedo, e’ come una marea
Con le onde che arrivano e
Dopo vanno dove non si sa.

Piera Grosso

Published in: on ottobre 9, 2019 at 06:57  Comments (2)