Campane

Le sento ogni giorno
con pioggia e con gelo
quel suono m’arriva
dall’alba alla sera
non sono lontane
le vecchie campane.

A volte le odio,
ché sono assordanti,
mi sveglian di notte
mi fanno pensare
sottili, diafane
le stanche campane.

Ricordano giorni
di festa e di gioia
Natale che arriva
i giochi serali
le vecchie befane
le dolci campane.

E il gloria che suona
a Pasqua assordante
con frotte di bimbi
urlanti per strada
in corsa col cane
le allegre campane.

Riportano vite
che poi sono andate
sorrisi finiti
gli strilli sinistri
di vecchie poiane
le tristi campane

Poi vedo cortei
snodarsi nel nulla
gli amici d’un tempo
un suono che attrista
pesante stamane
a morto campane.

Salvatore Armando Santoro

Published in: on novembre 6, 2019 at 07:08  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/11/06/campane-3/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: