Ci amammo

Ci amammo come si amano un padre
ed una figlia, come si amano due fratelli,

due amici.
Non ci risparmiamo in gesti e parole.
Ci amammo apertamente, non in segreto come fanno tanti.
“Ti voglio bene” non fu mai superfluo
ribadirlo, né inopportuno
se detto mentre pranzavamo
o anche quando gli occhi e i nostri cuori
avevano già detto tutto
e abbracciarsi ancor di più.
Ma noi non potemmo amarci senza ferirci
di nostalgia e di quel dolore segreto
di chi sa o immagina di come sarebbe stato
semmai un giorno fosse accaduto
quel che già è oggi.
Perché l’amore è avido più dell’inferno
per le anime vendute
più del satana per quelle che non può avere – le anime pure.
Avido d’amore.
Non si accumula nei granai, affinché ci nutra nei giorni di magra
come il cuore – di battiti che se arrestati
smetterebbe di esistere.
L’amore non può nutrirsi con solo ricordi
È seme di vita gettato all’infinito
avido del domani.

Anileda Xeka

Published in: on novembre 16, 2019 at 07:14  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/11/16/ci-amammo/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Che chiusa ani!!
    Tinti

  2. Versi che raccontano, intonano un inno, vibrano e toccano gli animi.
    Un caro saluto

    Maristella


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: