Notte triste

Con la sua pena
uno sguardo
indifferente e triste
fascia la notte
invisibile solo ai pesci
e ai naufraghi
il cielo è vuoto
non c’è rugiada
né canto di uccelli
e il vento
arriva con raffiche di fuoco
fino agli angoli
più oscuri e invisibili
nel freddo si spegne
la luce rutilante
di una solitaria cometa
che percorre
con la sua scia di lacrime
gli spazi infiniti del tempo
e la luna passeggia
con la sua grande chioma
di tizzoni ardenti
cecando l’abbraccio del suo amante

Giovanni De Simone

Published in: on novembre 20, 2019 at 07:05  Comments (7)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/11/20/notte-triste/trackback/

RSS feed for comments on this post.

7 commentiLascia un commento

  1. Ma che bella!
    Sandro

    • Troppo buono Sandro. Grazie.

  2. Meravigliosa!!!
    Un caro saluto

    Graziella

    • Grazie Carissima. Ricambio con affetto il saluto

  3. E’ proprio bella la tua poesia. La tristezza della tua notte coinvolge.

    Giuseppe

  4. Ho errato a postare i ringraziamenti. Chiedo venia. Ringrazio cmq dall’imo del cuore Sandro, Graziella e Giuseppe.
    Giovanni

  5. Molto bella, afferra l’anima.
    Un caro saluto

    Maristella


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: