Il paese dei contenti

Non ci sono piogge e venti
nel paese dei contenti,
non c’è giorno, non c’è notte,
e nemmeno prugne cotte,
non c’è guerra, non c’è pace,
non c’è cenere, né brace,
non c’è studio, né pigrizia,
non c’è gioco, né mestizia,
non ci sono piazze e ponti,
non ci sono soldi e conti,
non ci sono linee storte
e nemmeno strade corte.
Non c’è niente, proprio niente,
pure esiste se la gente
se lo immagina un paese
strafelice, stracortese.
E ciascuno se ne bea,
ma non è più di un’idea,
una voglia, un desiderio:
da non prendere sul serio.

ELIO PECORA

Published in: on novembre 22, 2019 at 07:47  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/11/22/il-paese-dei-contenti/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. Sempre attuale il paese dei contenti. Stupenda l’immagine.
    Grazie Massimo

    Giuseppe


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: