A Morgan

Principe dei nembi e delle onde. 
Il vento nei capelli. 
Sul volto la salsedine. 
Sul tuo collo assaggiare
il gusto del mare. 
La luce arancio del tramonto
e un castello.
Pirata delle tempeste 
piantato sul molo, 
immobile 
eppure in volo. 
Il mantello nero 
ali di corvo di Edgar Allan. 
L’albatro di Rimbaud. 
Siamo nel 1880 forse 
e dove siamo 
in quale porto senza navi. 
Mi fa spavento il mare. 
Ma lo voglio annusare 
fra gli abiti usati 
di te che sai tornare.

azzurrabianca

Published in: on dicembre 2, 2019 at 07:36  Comments (1)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/12/02/a-morgan/trackback/

RSS feed for comments on this post.

One CommentLascia un commento

  1. la trovo molto bella, “… in quale porto senza navi” Empatica, brava azzurra!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: