La solitudine

La solitudine m’incendia il cuore

mentre dal pontile guardo il mare violento.

Sono un giovane invecchiato senza ricordi,

con l’ansia del presente e il terrore del futuro.

Sono poeta in un tempo indefinibile:

la gente non guarda più l’altro,

solo i bambini ti leggono ancora dentro.

 

Simone Magli

Published in: on dicembre 14, 2019 at 07:33  Comments (2)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2019/12/14/la-solitudine-3/trackback/

RSS feed for comments on this post.

2 commentiLascia un commento

  1. Simo, è meravigliosa!!! triste certo ma proprio per questo MERAVIGLIOSA.
    Sandra

    • Triste non si dice, tristezza vuol dire bassezza morale. Comunque mi fa piacere che ti sia piaciuta.
      Simo


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: