Lampedusa

In fondo al mare

sotto la fiancata

di una barchino

giace

una donna nera

raccolta

con il piccolo

tra le braccia.

Nuotano i pesci

intorno

e s’insinuano

tra i resti

sfiorando

capelli d’ebano

fluttuanti

tra lievi correnti.

 

Graziella Cappelli

Published in: on gennaio 7, 2020 at 07:00  Comments (3)  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2020/01/07/lampedusa/trackback/

RSS feed for comments on this post.

3 commentiLascia un commento

  1. L’ha ripubblicato su friulimultietnico .

  2. Molto bella, toccante. Come lo sono tutte le poesie dedicate a quei poveracci colpevoli solo di essere vivi.
    Sandro

  3. Molto toccante!
    Brava, cara Graziella.
    Un abbraccio

    Maristella


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: