L’ultimo amore

Come, noi declinando, il nostro amore
è più tenero e più superstizioso!…
Luce d’addio dell’ultima passione,
luce d’occaso, splendi, splendi!

Già l’ombra ha preso mezzo il cielo,
all’occidente solo era un chiarore:
giorno venuto a sera, indugia, indugia,
e dura, dura ancora, incanto.

Venga pur meno il sangue nelle vene,
la tenerezza non vien meno in cuore…
Ultimo amore, o tu! tu sei
felicità e disperazione.

FËDOR IVANOVIČ TJUTČEV

Published in: on gennaio 10, 2020 at 07:34  Comments (1)  

Ritmo empatico

Cerco di sostare
con un metronomo nel cuore
per tradurre un senso d’umanità
rallentata da ambizioni sparse.

Traduco con la ragione ogni giustizia
comportamentale inusuale
colpendo col silenzio diatribe di sopportazione.

Nel divino abitano solo desideri remoti
deviati da un immaginario forfait vitale

Il ritmo è semplice architettura di pensiero
costruito da un latente desiderio universale.

Glò

Published in: on gennaio 10, 2020 at 07:09  Lascia un commento  

La scatola

Cosa ho qui in questa scatola di terra
se non cadaveri sepolti
idee cognizioni inaridite
disillusioni frammentate
dentro al male dell’anima chiusa…
chiusa nel miraggio di un infinito eterno…
ardimenti sconquassati…
ecco lì nel vasto spazio senza linea di confine
oltre al quale c’è pazzia
io conservo egoista nel mio io
l’oro del niente nel passato e del futuro
e qui invece
nella mia mente spaventata
mi rinserro nella scatola mnemonica
a prepararmi quella di terra.

Enrico Tartagni

Published in: on gennaio 10, 2020 at 07:06  Lascia un commento