L’indifferenza

Quanto sconforto proviene
da quegli ossimori occhi
che vacui guardano
lo stesso nostro orizzonte
e in infeconda negazione
ci lasciano annegare
nel marcio dell’indifferenza.
Assurdo il dire ch’è difesa
dalle brutture del mondo,
mentre
è negare il proprio castello
a chi non si vuole che entri,
è scherno verso gli impari,
è solo cattiveria, realtà negata,
o ignavia all’altrui dolore.
Di certo l’indifferenza
che non è amore né odio,
che non è vita né morte,
che non è ragione né idiozia;

è crudele ingiuria al creato…
gelida, devastante, inutile.

Alberto Baroni

Published in: on gennaio 25, 2020 at 07:37  Comments (3)  

I giorni

I giorni della luce fragile, i giorni
che restarono presi ad uno scrollo
fresco di rami, a un incontro d’acque,
e la corrente li portò lontano,
di là dagli orizzonti, oltre il ricordo,
la speranza era suono d’ogni voce,
e la cercammo
in dolci cavità di valli, in fonti
oh non li richiamare, non li muovere,
anche il soffio più timido è violenza
che li frastorna, lascia
che posino nei limbi, è molto
se qualche falda d’oro ne traluce
o scende a un raggio su la trasparente
essenza che li tiene
ma d’improvviso nell’oblio, sul buio
fondo ove le nostre ore discendono
leggero e immenso un subito risveglio
trascorrerà di palpiti di sole
sui muschi, su zampilli
che il vento frange, e sono
oltre le strade, oltre i ritorni ancora
i giorni della luce fragile, i giorni.

LUCIO PICCOLO DI CALANOVELLA

Published in: on gennaio 25, 2020 at 07:27  Lascia un commento  

Tu credi che…

Tu credi che il cuore batta solo in petto,

in alto a sinistra, dove inizia la parola

in una pagina,

invece lui batte ovunque

e sbatte contro cattiverie e menzogne

e si nutre di sogni pompati dal sangue,

tu non sai che ogni cellula sogna.

Maria Attanasio

Published in: on gennaio 25, 2020 at 07:22  Lascia un commento