La favola del lupo e dell’agnello

LA FOLA DEL LUPO E DE L’AGNEL

G’ò domandà a ‘n amigo
che l’è come en fradel:
la setu ti la fola
del lupo e de l’agnel?
Mi l’ò emparà a memoria
quando naseva a scola
e dolo no l’ò pì desmentegà.
Subito l’à tasù
e no l’à gnan fiatà
po, serio, el m’à risposto:
ma ti ne la to vita
me ditu quanti lupi t’è encontrà?

§

Ho domandato ad un amico
che è come un fratello:
la sai tu la favola
del lupo e dell’agnello?
Io l’ho imparata a memoria
quando andavo a scuola
e poi non l’ho più dimenticata:
Subito è rimasto in silenzio
e non ha neppure fiatato
poi, serio, mi ha risposto:
ma tu nella tua vita
mi dici quanti lupi hai incontrato?

Bruno Castelletti

Published in: on febbraio 7, 2020 at 07:38  Comments (1)  

Che stai?

Che stai? Già il secol l’orma ultima lascia;
dove del tempo son le leggi rotte
precipita, portando entro la notte
quattro tuoi lustri, e obblio freddo li fascia.

Che se vita è l’error, l’ira, e l’ambascia,
troppo hai del viver tuo l’ore prodotte;
or meglio vivi, e con fatiche dotte
a chi diratti antico esempi lascia.

Figlio infelice, e disperato amante,
e senza patria, a tutti aspro e a te stesso,
giovine d’anni e rugoso in sembiante,

che stai? Breve è la vita, e lunga è l’arte;
a chi altamente oprar non è concesso
fama tentino almen libere carte.

NICCOLO’ UGO FOSCOLO

Published in: on febbraio 7, 2020 at 06:55  Lascia un commento  

Bufera

La penna

pronta a scrivere

graffia d’inchiostro

una pagina

piena di appunti

e di pensieri

e la ridipinge

di fragilità

quotidiane

rimanda

ma mi dice

di continuare a parlare…

d’amore sano

d’amore sincero

pulito

d’amore per tutti

di quell’amore che non trovi

sempre nascosto

tra grani di polvere sporca

che t’annebbiano la vista

non vedo

e non voglio sentire

 

Gavino Puggioni

Published in: on febbraio 7, 2020 at 06:51  Lascia un commento