Uno strano gioco

Scarabei smaltati di sole e d’azzurro…
Come ronzano nel gioco strano
d’una vita!
Un’isola fresca sulla fronte
che arde di febbre viva;
è la tua dolce mano quasi diafana
che allontana da me ogni male.
Stelle arrugginite che non fanno sognare più
tornano lucide e vive
se tu mi sei accanto
e scosti la notte che copre la mia luce.
È come un delirio
e sogno mille animali d’oro e di fuoco.
È il gioco strano della vita
dove ronzano per i miei sogni
scarabei smaltati di sole e d’amore.

Giuliana Angeli

Published in: on marzo 5, 2020 at 07:38  Comments (3)  

Le parole

Las palabras no son para quien no está más.
Se conmueven, y pueden nombrar el rostro muerto.
Los ojos eran los mismos que dejaba ver;
el vestido sepultado, el mismo que vimos otras voces.
Ver que ya no estás más, no decir nada.

§

Le parole non sono per chi non c’é piú.
Si commuovono e possono dire il viso morto.
Gli occhi erano quelli che mostrava,
il vestito sepolto quello visto altre volte.
Vedere che non ci sei più, non dire niente.

MARIO BENEDETTI

Published in: on marzo 5, 2020 at 07:27  Lascia un commento  

Nel silenzio

Troppo rumore
che uccide il silenzio,
non mi fido più delle parole,
nemmeno delle mie
offerte a volti muti,
quando senza empatia,
mi ritornano vuote.
Troppe parole
per la mia fragile unicità
che per respirare
annulla ogni rumore
e tace.
Solo il ritmo del cuore,
nel ripercorrer la strada
acciottolata dal dire
della mia coscienza,
che ora nel silenzio…
torno a sentire.

Alberto Baroni

Published in: on marzo 5, 2020 at 06:54  Comments (1)