Corona Virus

.
Stiamo fermi e soli
Forse è una conquista
Forse una nuova
Ricchezza?
Che ci fa cercare
Pace dentro di noi
Che ci porta ad 
Abbattere paure e pregiudizi
Che ci illumina
Portandoci ad essere
Più leggeri?
Finalmente
Possiamo 
Interrogarci su
Quali siano le 
Vere priorità
Cerchiamo di 
Riprendere
La via della
Creatività ed 
Originalità
Proprie 
Del nostro popolo
Per trovare
Forse il senso 
Della vita
.
Tinti Baldini
Published in: on marzo 16, 2020 at 07:35  Comments (8)  

Assetto di volo

Con lui venivano una determinazione feroce
dalla camera alla palestra
i cento metri percorsi in cinque minuti,
con una tensione di motore imballato
tutta la forza del suo corpo spastico
ribellata alla forza di gravità.

Sant’Agostino diceva che perfezione
è la carne che si fa spirito, lo spirito che si fa carne
ma non è vero: ogni mattina i puntali delle stampelle
scivolano metro a metro per guadagnarne cento
ogni mattina lo spirito è tagliato via da quel corpo,
dalle suole strascicanti e dalle nocche strette,
bianche sulle impugnature,
ogni mattina dal dorso di lottatore
si stacca un collo di tendini tesi e redini allentate
un urlo chiuso nella sua profondità,
perfetto nella sua separazione.

E io vi vedo una bellezza di cimieri abbattuti
e dentro la parola andare la parola compimento
e sono sicuro che lui sogna baci pieni di vento
mentre la volontà conquista le giornate a morsi,
schiaffo dopo schiaffo perché venga la sera
schiaffo dopo schiaffo, chiglia in piena bufera.

Ci vuole un’estate piena e un padre calmo,
un dio non assiso in mezzo agli sconfitti
ma cosí in tutta bellezza lo posso immaginare
come un bambino alle prime pedalate,
reggilo, eccolo, tienilo cosí – adesso tiene
uniti la terra e il cielo dell’estate
non sbanda piu, vince, è in equilibrio,
vola via.

PIERLUIGI CAPPELLO

Published in: on marzo 16, 2020 at 07:18  Lascia un commento  

A questi tempi

Negli spazi avanzati

in prima fila

cade una bestia grassa,

è gioia di sciacalli,

da un qualche cielo

dirotta pioggia,

a questi tempi il male

addestra le sue vittime

nutrendole di sangue

per smontare  radici

accatastate  

degli alberi indecisi,

rimuginiamo a freddo

i nostri torti

ed attutiamo spazi

esorbitanti

dal dislivello

carico di orrori.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on marzo 16, 2020 at 06:50  Comments (3)