Strinsi le mani sotto il velo oscuro

Strinsi le mani sotto il velo oscuro…
“Perché oggi sei pallida?”
Perché d’agra tristezza
l’ho abbeverato fino ad ubriacarlo.

Come dimenticare? Uscì vacillando,
sulla bocca una smorfia di dolore…
Corsi senza sfiorare la ringhiera,
corsi dietro di lui fino al portone.

Soffocando, gridai: “È stato tutto
uno scherzo. Muoio se te ne vai”.
Lui sorrise calmo, crudele
e mi disse: “Non startene al vento.”

BELLA ACHATOVNA ACHMADULINA

Published in: on marzo 31, 2020 at 07:45  Comments (2)  

Re corona

-Trasloca

re corona

drago

ago!

Recuperi masse inquietanti

pianti da dimenticare

tragiche ombre innocenti

cocci d’umanità.-

Fragilità impaurita accartocciati

svanisci nella voragine

di pensieri senza sfondo!

Dove siete

bianche pareti coraggiose

incorniciate di luce!

I giorni corrono

si riposano tra i rami

ci aspetteranno domani…?

 

Aurelia Tieghi

Published in: on marzo 31, 2020 at 07:42  Comments (6)  

Il peso del vento

Non ha radici il vento

fluttua dalla notte dei tempi

straripa nel mare della saggezza

e modella nuove sculture

che si confondono al chiarore del giorno

non ha radici il vento

canta la canzone eterna del cuore

vibra su polpastrelli accesi di luce

sferza valli e montagne

ripaga il sogno dei bambini erranti

gioca con le campanule ebbre d’acqua

cala pietoso sul mare straziato di corpi esangui

e ti lascia una flebile domanda sulle labbra

ti lascia il peso della coscienza

per ricominciare a sperare

per tornare a vivere

nell’armonia di un sogno

chiamato uomo di pace.

 

Roberta Bagnoli

Published in: on marzo 31, 2020 at 07:10  Comments (4)