Sporcare di versi

Ho pregato questa pagina bianca
di lasciarmi un po’ di spazio
per scriverci qualcosa.

“Ma certo caro, tutto lo spazio che vuoi!”

E così mi ha gelato!

Come faccio a descrivere il mare?

Come faccio a riempire un tramonto
o a disegnare pascoli alti?

Avevo solo chiesto un piccolo spazio
per quattro versi neanche in rima
e mi sento schiacciato dalle mie responsabilità.

È come se mi avessi detto:
“o la riempi questa pagina oppure smetti di scrivere!”

È molto meglio non chiedere niente
e baciare la tovaglia di carta dell’osteria
se l’hai sporcata di versi.

Lorenzo Poggi

Published in: on maggio 1, 2020 at 07:43  Comments (1)  

Come un mantra

Mi guardo intorno
rumore ovattato
mi fa compagnia
il respiro di Gaia, amica pelosa,
l’unica a godere pienamente
di questa tregua surreale,
aspetto con ansia l’arrivo del sole
a spazzare la cortina di nebbia
che non fa intravedere l’uscita del tunnel.
Guardiamoci dentro
il cuore ha bisogno di pace
ha bisogno di tempo
per tornare a volare
apriamo le porte al sogno
non dimentichiamo chi soffre
chi non ha certezza del domani.
Uniamoci tutti
in un canto di luce-amore
a sorvolare l’ostile frontiera d’egoismo.
Domani quando lasceremo le nostre solite stanze
avremo insolite sfide da superare
avremo una vita da costruire
una pagina bianca da scrivere
con l’inchiostro della solidarietà.
Questo è l’auspicio che ripeto a me stessa
come un mantra prezioso
a scacciare il buio che opprime l’orizzonte.

Roberta Bagnoli

Published in: on maggio 1, 2020 at 07:25  Comments (8)  

Calendario

L’autunno romano tempesta
con furia senile.
E’ Giove che si cruccia
di non poter risplendere
in tutta la sua gloria,
dio irragionevole e antico.
E tuona con fragore
di mobili in isgombero,
lampeggia con improvvise
accensioni di lampadina,
rinnovando in autunno i suoi capricci
primaverili,
e gli alberi si illudono
di rinverdire.
Nume violento e spossato
che, al dolce tempo restio,
poi che passò l’estate
nel caos ci precipita,
per farci rivedere la sua faccia,
di là da questo diluvio,
insostenibilmente luminosa.

VINCENZO CARDARELLI

Published in: on maggio 1, 2020 at 07:15  Comments (1)