La porta

La porta del tempo
è socchiusa
ci affanniamo
dietro al suo spiraglio
vedendo soltanto
una strada assolata
e non le belve
in agguato nei campi
ascoltando lontano
il brontolio del tuono
senza sapere
dove cadrà il fulmine.
La porta del tempo
è socchiusa
si aprirà al primo passo
e per allora sapremo
cosa nasconde il colle
lungo la via
e se il tuono lontano
diverrà pioggia
grandine
tempesta.

Gian Luca Sechi

Published in: on maggio 7, 2020 at 07:31  Lascia un commento  

Coronavirus (La lezione del tempo)

Strade deserte
silenzio spettrale
cielo irreale
nelle corsie di dolore
solitudine astrale,
medici e infermieri
come soldati eroici al fronte
contro un nemico
impalpabile e impietoso,
si muore senza una carezza
senza il conforto di una presenza;
chi vive ha poche certezze
se non il buon senso
passeggiate solitarie
niente abbracci, niente contatti
file a distanza
di sicurezza nei supermercati.
E’ un virus diabolico
tende ad allontanarci, a dividerci
a privarci anche degli affetti più cari,
non sappiamo quando finirà la iattura,
torneremo ad abbracciarci
torneremo a prenderci per mano
forse torneremo più forti e migliori
se impariamo ogni giorno
sui banchi delle nostre case
la lezione della vita,
il dono del tempo
da assaporare
nel silenzio del cuore.

Roberta Bagnoli

Published in: on maggio 7, 2020 at 07:30  Comments (8)  

La capra

Ho parlato a una capra.
Era sola sul prato, era legata.
Sazia d’erba, bagnata
dalla pioggia, belava.
Quell’uguale belato era fraterno
al mio dolore. Ed io risposi, prima
per celia, poi perché il dolore è eterno,
ha una voce e non varia.
Questa voce sentiva
gemere in una capra solitaria.
In una capra dal viso semita
sentiva querelarsi ogni altro male,
ogni altra vita.

UMBERTO SABA

Published in: on maggio 7, 2020 at 07:19  Lascia un commento