Un sogno

Notte di san Lorenzo
una panchina del parco
lì riposa sotto la luna
un mendico e guarda
le stelle e una caduta
dal cielo attende una
e solo un desiderio
da inviare in alto uno
invano che solo nel sogno
sorridendo quella sperata
stella vi vede e nel sogno
presto appagato quel desiderio
d’amore sì un bacio d’amore
sul sognante cade una foglia
e dolcemente lo sfiora sul viso
è rotto cosi il sogno svanisce
quel bacio suo sperato d’amore

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on settembre 17, 2020 at 07:45  Comments (5)  

L’amore al tramonto

Talor, sognando, mi raccolgo anch’io
Sopra la cima d’un ridente clivo,
In una villa tacita, e là vivo
Solo con te, le mie memorie e Dio.

In questo nido solitario e pio
Riposa il nostro cor del mondo schivo;
Tu governi la casa, io penso e scrivo,
Io sempre nel tuo core e tu nel mio.

Così trascorre sino all’ultim’ora
Il nostro dolce amore al mondo ascoso,
E il tramonto è più bello dell’aurora;

Tu chini il capo bianco e vacillante
Sul fido petto del tuo vecchio sposo,
Ed io palpito ancor come un amante.

E già, rapito nella mia ventura,
Mi fingo nel pensier te vecchierella
Coi capelli raccolti in bianche anella
E un mazzetto di chiavi alla cintura.

Io levo il capo da la mia lettura
Per ridirti che t’amo e che sei bella,
E tu sorridi e fuggi allegra e snella
Dicendo che son pazzo e che hai premura.

E la sera pei colli, a lenti passi,
Vecchierello galante, con la mazza
T’andrò dinanzi rimovendo i sassi;

E verrà un ottantenne e podagroso
Curato a desinar sulla terrazza,
E tu sarai beata, ed io geloso.

EDMONDO DE AMICIS

Published in: on settembre 17, 2020 at 06:53  Comments (2)  

Candela

Sul muro danzar vedo un’ombra scura,
al lento consumarsi di candela,
ombra ch’è generata da paura,
paura che la mente già mi gela.

Rileggo della vita la scrittura
che con fatica il mio pensiero svela,
rivedo amori grandi e l’avventura
che della strada fecero la tela.

Svaniscono i ricordi lentamente,
guizzerà ancora prima di morire,
poi il buio resterà e tristemente

la mente vagherà senza più meta,
senza più sogni lieti da gioire
e come quella fiamma infin s’acqueta.

Piero Colonna Romano

Published in: on settembre 17, 2020 at 06:51  Comments (7)