Il carro della vita

Il carro della vita

curva

sopra rocce di quarzo

ghiaccio sopra fuoco

che brucia altri fuochi

Fuori

alle porte del vento

bocche vomitanti

ruggine di parole

pensieri anneriti

squarciati

da volgarità umane

 

Gavino Puggioni

Published in: on settembre 20, 2020 at 07:47  Lascia un commento  

Al giorno d’oggi

AL DÌ DE ANCÓ

A mi che son de quei
-se vede da i cavei-
che crede ‘n la fameia
en quele de na olta
endó fa meraveia
se i veci no se scolta

no me va propi zo
le usanse al dì de ancó:

che ‘n giorno na putela
fati i disdoto
o via per de lì
la va col so fagoto
-sucedarà anca a mi-
a viver da per ela.

Capisso l’esigensa
de ‘n po de libertà
de ‘n po de ‘ndipendensa
de tanta novità

ma al caldo del so nio
pòdela dirghe adio?

§

A me che sono di quelli
-si vede dai capelli-
che crede nella famiglia
in quelle di una volta
dove fa meraviglia
se non si ascoltano i vecchi

non mi piacciono
le usanze che ci sono oggi:

che un giorno una ragazza
compiuti i diciott’anni
o giù di lì
vada con il suo bagaglio
-succederà anche a me-
a vivere da sola.

Capisco l’esigenza
di un po’ di libertà
di un po’ di indipendenza
di tanta novità

ma al caldo del suo nido
può dire addio?

Bruno Castelletti

Published in: on settembre 20, 2020 at 07:40  Lascia un commento  

Come Adamo presto al mattino

AS ADAM EARLY IN THE MORNING

As Adam early in the morning,
Walking forth tram the bower refresh’d with sleep,
Behold me where I pass, hear my voice, approach,
Touch me, touch thepalm of your hand to my body as I
pass,
Be not afraid of my body.

§

Come Adamo presto al mattino,
che cammina uscito dalla capanna di fronde rinfrancato
dal sonno,
guardami mentre passo, odi la mia voce, avvicinami,
toccami, accosta la palma della tua mano al mio corpo
mentre passo,
non avere paura del mio corpo.

WALT WHITMAN

Published in: on settembre 20, 2020 at 07:18  Lascia un commento