Azzurro trasparente

E adesso state ad ascoltare
che cosa mi è accaduto oggi,
un sole d’alba muta che sfondava
un cielo mai così visto sereno.
Avevo smesso di guardare fisso
le onde calme stiracchiarsi tutte
quando i miei già vispi occhi
posare li dovetti sulla spiaggia.
Una figura azzurro trasparente
intenta era a radunare armi,
essenze, creme d’ogni varietà,
cuori di pietra e muscoli a gogò
in un falò a ridosso della duna
senza improvvisati chitarristi,
senza amori da fare innamorare
e di brillanti stelle testimoni.
Mi accostai molto incuriosito
e giunto ch’ero al suo cospetto,
dietro di me il mare in apnea,
gentile, domandai chi fosse.
Sparì, l’anello dal mio lobo.
Lo vidi sciogliersi nel grande fuoco
in mezzo all’ultimo Manuale,
quello d’oggi, dei valori nuovi.
Ed ora che sapete questa storia,
di certo tutti vi domanderete
chi era quell’azzurro trasparente.
Vi dico che rassomigliava a Dio!

Aurelio Zucchi

Published in: on gennaio 3, 2021 at 07:32  Lascia un commento  

Oceanografia

 

Volto as costas ao mar que jà entendo,
 a minha humanidade me egresso,
 e quanto hà no mareu surpreendo
 na pequenez que sou e reconheço.

De naufràgios sei mas que sabe o mar,
 dos abismos que sondo, volto exangue,
 e para que de mim nada o separe,
 anda um corpo afogado no meu sangue.

§

Giro le spalle al mare che conosco,
al mio essere umano me ne torno,
e quanto c’è nel mare lo sorprendo
nella pochezza mia di cui son conscio.

Di naufragi ne so più del mare,
dagli abissi che sondo torno esangue,
e perché da me nulla lo separi,
vive annegato un corpo nel mio sangue.

JOSÉ DE SOUSA SARAMAGO

Published in: on gennaio 3, 2021 at 07:27  Lascia un commento  

La lettera

Se prendi tutto alla lettera,

non rimarrà nemmeno l’inchiostro

che hai usato per scriverla.

 

Simone Magli

Published in: on gennaio 3, 2021 at 07:11  Comments (1)