Noi

Non m’impedire d’essere fanciullo,
di guardare con occhi stupefatti
le vie d’ogni vivente sulla terra.
Non m’impedire di peregrinare
in cerca di qualcosa che sia mio
senza toglierlo ad altri, d’ammirare
le stelle, i fiori, i campi arati, il mare,
d’immaginare amori fra sardine,
vele nel vento, pace d’animali
che covan con amor la loro prole,
che scrivono poesie senza parole.

Non imbrigliare il mio diritto a esistere
fuori dal coro, come un aquilone
fra mare e cielo, o come ape operaia
in uno sciame, senza toglier nulla
a chi ama l’ombra od a chi cerca il sole.

Non scriver mio, né proprietà privata
sul cibo, l’istruzione, la salute,
la religione, l’arte, la bellezza.
Ricordati: NOI siamo; NOI esistiamo!
E se trovi conforto nell’abbraccio
dell’universo o d’una sua creatura,
come allo stadio balla, esulta, vola,
dividi col vicino l’entusiasmo
dei gol che fa per noi madre natura.

Versa amor nel bicchiere di chi è solo,
spandi amor negli spazi tra le stelle.

Santi Cardella

Published in: on gennaio 29, 2021 at 07:41  Comments (1)  

Sulle scale

Mentre scendevo l’ignobile scala,
tu entrasti dalla porta e per un istante
vidi il tuo volto sconosciuto e tu vedesti me.
Subito mi nascosi per non farmi vedere di nuovo e tu
passasti rapido nascondendo il volto
e ti infilasti nell’ignobile casa
dove non avresti trovato il piacere,
così come non l’avevo trovato io.
Eppure l’amore che volevi io l’avevo da darti,
l’amore che volevo – me l’hanno detto i tuoi occhi
stanchi e ambigui – tu l’avevi da darmi.
I nostri corpi si avvertirono e si cercarono,
il sangue e la pelle intuirono.
Ma noi, turbati, ci eclissammo.

KONSTANTINOS PETROU KAVAFIS

Published in: on gennaio 29, 2021 at 07:38  Lascia un commento  

Dipendo da te

Dipendo da te

da te aspetto sempre il meglio vita!

Attendo oggi il mattino

e il tramonto per domani…

Ciò che ancora puoi offrirmi

cade nel torrente del tempo?

Ti accavalli ai sassi e tra i gorghi

sfinisci la luce…

Forse il tanto che puoi dare

è scorrermi nelle vene come il mare?

O nel tempio del cuore battente

come campana d’amore?

 

Aurelia Tieghi

Published in: on gennaio 29, 2021 at 07:21  Lascia un commento