Tracce d’artista

Lacrime di pietra

venti gelidi

in un sorriso

d’ambra

 

l’alba era lontana

 

Gavino Puggioni

Published in: on febbraio 10, 2021 at 07:21  Comments (1)  

Ricordo troppe cose dell’Italia

Ricordo troppe cose dell’Italia.
Ricordo Pasolini
quando parlava di quant’era bella
ai tempi del fascismo.
Cercavo di capirlo, e qualche volta
(impazzava, ricordo,
il devastante ballo del miracolo)
mi è sembrato persino di riuscirci.
In fondo, io che ero più giovane
d’una decina d’anni,
avrei provato qualcosa di simile
tornando dopo anni
sui devastati luoghi del delitto
per la Spagna del ’51, forse
per la Russia di Breznev…
Ma ricordo anche lo sgomento,
l’amarezza, il disgusto
nella voce di Paolo Volponi
appena si seppero i risultati
delle elezioni del ’94.
Era molto malato,
sapeva di averne ancora per poco
e di lì a poco, infatti, se n’è andato.
Di Paolo sono stato molto amico,
di Pasolini molto meno,
ma il punto non è questo. Il punto
è che è tanto più facile
immaginare d’essere felici
all’ombra d’un potere ripugnante
che pensare di doverci morire.

GIOVANNI RABONI

Published in: on febbraio 10, 2021 at 07:17  Lascia un commento  

Lasciarti

I miei passi affrontano
il coraggio della vita.
Un’altra consapevolezza,
come se tu
non ci fossi mai stata.
Un legame sciolto
perché ora il mio cuore
sta gridando segretamente
un altro nome.

Glò

Published in: on febbraio 10, 2021 at 07:13  Lascia un commento