Sogni e favole io fingo

Sogni, e favole io fingo; e pure in carte
mentre favole, e sogni orno, e disegno,
io lor, folle ch’io son, prendo tal parte,
che del mal che inventai piango, e mi sdegno.
Ma forse, allor che non m’inganna l’arte,
piú saggio io sono? È l’agitato ingegno
forse allor piú tranquillo? O forse parte
da piú salda cagion l’amor, lo sdegno?
Ah che non sol quelle, ch’io canto, o scrivo,
favole son; ma quanto temo, o spero,
tutto è menzogna, e delirando io vivo!
Sogno della mia vita è il corso intero.
Deh tu, Signor, quando a destarmi arrivo,
fa ch’io trovi riposo in sen del Vero.

PIETRO METASTASIO

Published in: on febbraio 20, 2021 at 07:27  Lascia un commento  

Villette a schiera

Le onde del mare
s’affacciano su villette a schiera
bianche di schiuma.
Fortini a difesa di spiagge,
discariche dissennate
del nostro tempo.
S’accartoccia l’orizzonte
nelle stampe in soggiorni
tutti uguali.
Il tramonto s’è fermato in cucina

Lorenzo Poggi

Published in: on febbraio 20, 2021 at 06:58  Comments (3)  

Respiro d’attesa

Osservi la luna
bagliore di neve
atmosfera di luce
sei con lei
staccata da terra
t’involi tra le stelle
lucciole di speranza
apri le ali
come uccello
al primo volo
tutto sembra lontano
gli occhi di ieri
le voci stridule
le ferite non sanguinano più
nel sogno libera ti senti
t’innalzi ancora
odorando l’immenso
ora torni, col respiro d’attesa

Maristella Angeli

Published in: on febbraio 20, 2021 at 06:51  Comments (2)