Abbandoni

Marzo giunge  e abbandona il giardino

il pettirosso, viene la fine di settembre

e la rondine abbandona il tetto amico,

del lor vivere che detta  i ritmi è la natura

in inverno in primavera ci sarà il ritorno,

ti ho amata or non più t’amo  l’abbandon

questo governa del cuore  il sentimento,

patria cara  addio paese mio ti abbandono

spingon a ciò guerre fame e disperazione

ma  speranza pur vive di riamar la stessa

amata come pur  gli amati lidi rivedere,

poi fatal all’uomo della vita l’abbandono

giunge  e dalla morte  alla vita sappiamo

non vi è certo ritorno ma vivon per chi

la terra ha abbandonato pur sentimenti

per chi crede una speranza:  non negra

terra il buio il nulla, che prima  il  ricordo

vive un  fiore su una tomba e una prece

quando è sera e quella foto  che ti sorride

ancora e poi ecco la vita nuova  della carne

sfolgorante sarà  la Resurrezione al suono

quel dì forte imperioso acuto della Tromba!

 

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on febbraio 23, 2021 at 07:46  Lascia un commento  

The URI to TrackBack this entry is: https://cantierepoesia.wordpress.com/2021/02/23/abbandoni/trackback/

RSS feed for comments on this post.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: