MESSAGGIO IMPOSSIBILE

Caro Dante,
se mai entrassi in Paradiso – prima ancora di vedere Dio – vorrei riveder mia madre.
(Un tuo lettore)

Aurelio Zucchi

Published in: on marzo 11, 2021 at 07:47  Lascia un commento  

Melograno sul tavolo

Melograno sul tavolo e luce buia alla finestra, lì fuori
gli alberi arrugginiscono, foglie danzano un ultimo bagliore giallo

tutto succede un’altra altra volta, il tempo è uscito dai cardini
non scorre più, tutto è vecchionuovo, appassite le ore

un cucciolo spaventato si è annidato nel mio petto

ombre del già accaduto incalzano da ogni direzione
i silenzi si fanno più duri, occupano tutto lo spazio

le porte che non ho aperto sono sconfitte che dolgono
sono spazi di assenza che si allargano a dismisura

il richiamo del largo ansima a tutte le porte
ma il desiderio è un lusso che non possiamo

Rosalba Casetti

Published in: on marzo 11, 2021 at 07:42  Lascia un commento  

Fugace sentire

tra vette distanti
dal cielo un palmo
chine al riverbero
alato d’aquila
solitaria a cercare
innocenti prede…
Passi felpati
segnano il sentiero
presto cancellata
l’orma a solcare
l’ignaro cammino
vuol sentire l’amabile
frescura penetrante
in orecchi tesi
a carezze di vento…
Sentori di fragole
all’ombra di ciclamini
petali rosati chini
tra foglie trepidanti
umane suole avanzano
rotto il silenzio
al fragore dei passi…

Antonietta Ursitti

Published in: on marzo 11, 2021 at 07:24  Lascia un commento  

Dov’è l’angelo?

OÙ EST L’ANGE?

Un ange me suit
comme mon ombre

Habituéé à sa présence
je l’oublie
comme il m’oublie

§

Un angelo mi segue
come la mia ombra

Abituata alla sua presenza
lo dimentico
come lui mi dimentica

ANISE KOLTZ

Published in: on marzo 11, 2021 at 06:56  Lascia un commento