E se ti amassi…proprio oggi

Ora scrivo di sesso
e d’amore
con te
fatto sopra una mail
un san valentino di rosso evidenziato
un cuore elettronico
che scoppia per te
sui tasti romantici che trasportano il tempo
ora immagino te
di là da questo schermo display
disperazione del poeta
immagine e foto
bellissima e pura come goccia di diamante
e tu eterna beltà ormai sei mia prigioniera
inalterata bellezza custodita dalla mia stanza
velata d’azzurro e mistero
e non fuggirai con me
e non fuggirò con te
se non quando sarò…

Enrico Tartagni

Published in: on aprile 1, 2021 at 07:07  Lascia un commento  

I colchici

LES COLCHIQUES

Le pré est vénéneux mais joli en automne
Les vaches y paissant
Lentement s’empoisonnent
Le colchique couleur de cerne et de lilas
Y fleurit tes yeux sont comme cette fleur-la
Violatres comme leur cerne et comme cet automne
Et ma vie pour tes yeux lentement s’empoisonne

Les enfants de l’école viennent avec fracas
Vêtus de hoquetons et jouant de l’harmonica
Ils cueillent les colchiques qui sont comme des mères
Filles de leurs filles et sont couleur de tes paupières
Qui battent comme les fleurs battent au vent dément

Le gardien du troupeau chante tout doucement
Tandis que lentes et meuglant les vaches abandonnent
Pour toujours ce grand pré mal fleuri par l’automne

§

Il prato è velenoso ma bello in autunno
Le mucche pascolandovi
Lente vi s’avvelenano
Vi fiorisce colore d’occhiaia e di lillà il colchico
I tuoi occhi sono come quel fiore
Violastri come il livido che li cerchia e l’autunno
E lenta la mia vita per loro s’avvelena

Arrivano fracassoni da scuola i ragazzini
Incasaccati di panno e suonando l’armonica
Colgono le freddoline che sono come madri
Figlie delle loro figlie e color delle palpebre
Che batti come i fiori batte il vento demente

Il mandriano canta dolcissimamente
Mentre per sempre il prato mal fiorito da autunno
Abbandonan muggendo le mucche lentamente

 

GUILLAUME APOLLINAIRE

Published in: on aprile 1, 2021 at 06:56  Lascia un commento  

Difesa

Resistono agli occhi
volate ingannevoli
di frasi striscianti
tra muffe stantìe.
Son logorate sempre là
nella striscia di perversione.
Resisto, io,
all’accettazione
di una regia bugiarda
chiassosa,
ma…
efficace
dentro un vestito malconcio
di minime noie
da tappezzare.
Così lavica, fumante
sgretolo con i piedi
e la testa
la storia infinita
di frivola grandezza
costruita
solo per difendermi.

Glò

Published in: on aprile 1, 2021 at 06:53  Lascia un commento