Fragoroso silenzio

Fragore di un vuoto d’anima a perdere
offesa da carni corrotte decadute in spazi di tempo troppo larghi
e furore di un’anima forzata ad esser vera
in stanze stagne ad atmosfera zero di precetti e dogmi riempite…
attivo modo d’uso silenzioso,
che coi miei rumori non offenda il silenzio dei boati del mio dio.

Enrico Tartagni

Published in: on aprile 30, 2021 at 07:46  Lascia un commento  

Norme d’amore

Con un’ombra battagliera,
o un dio insanguinato
vorrei morire di parole stampate per aria
o sulle tovaglie delle osterie…

grido il tuo nome affinchè l’eco mi agiti le labbra,
potrei baciare a milioni di specchi
pensando alla tua immagine riflessa nel vetro
o scrivere lunghe lettere d’amore
nella pausa pranzo,
ma sono solo conformi norme d’amore
se non riesci a capire
che i barbari sono tali
solo perché privi di rasoio.

Massimo Pastore

Published in: on aprile 30, 2021 at 07:41  Lascia un commento  

Ballata del fiume e delle stelle

L’antichissimo fiume nella sera
estiva si sentì stanco di andare;
era tanto lontano ancora il mare,
e quella notte così dolce era!

Le luminose vennero al notturno
appuntamento e, come se uno strano
desiderio superbo le tenesse,
convennero sul fiume taciturno

ove come in un ciel novo e lontano
tutte si rimirarono riflesse.
L’orgoglio suo, l’alta sua gioia espresse

il fiume: «Ben divenni un cielo anch’io!»
All’alba, come pianse quando il pio
lume svanì nella cinerea sfera!

SERGIO CORAZZINI

Published in: on aprile 30, 2021 at 07:32  Comments (1)