Un viaggio con te

Un viaggio con te! Sull’alba, tanto
di buon’ ora, che certo gli occhi avresti
tutti pieni di sonno, e stanchi, e mesti
come se nella notte avessi pianto,

sull’alba ce n’andremmo… E dove, e come?
Soli, senza perché! Perché ci prese
la voglia: ce n’andremmo in un paese
ignoto e molto caro a noi pel nome…

Ti metteresti un bell’ abito rosa,
un po’ stridente col tuo gesto grave,
e metteresti pure le tue brave
boccole rosse, boccole da sposa,

e tanto provinciale tu saresti,
ci!e qualcuno direbbe, giunti là:
«E quella una signora di città…»
e accennerebbe a un’ altra le tue vesti…

FAUSTO MARIA MARTINI

Published in: on maggio 4, 2021 at 07:42  Lascia un commento  

Come un vaso rotto

Quando il cuore è vuoto
Si va cercando
Qualcosa per riempirlo

Come un vaso crepato
Perde il liquido
Contenuto, tanto
Da non essere
Mai colmo
Anelando una sazietà
Impossibile

Così io.

Danila Oppio

Published in: on maggio 4, 2021 at 07:25  Lascia un commento  

L’incanto del creato

Nel silenzio

di un pomeriggio d’estate

quando ogni cicala

muta il canto in riposo

ricamo la tela dei ricordi,

giorni andati via in fretta

come aquiloni colorati

strappati dalle mani

di bambini distratti,

intenti alla scoperta

di giochi innocenti.

Della verde stagione

biglie accattivanti

celate nello sguardo illusorio,

filamento sensoriale

come flebile raggio di sole

che scalda appena

all’ombra del cipresso,

senza alcun pretesa

serena mi affido alla rondine amica

m’incanta il volo libero e ardito

ancora mi stupisce l’incanto del creato

 

Roberta Bagnoli

Published in: on maggio 4, 2021 at 07:15  Lascia un commento