Del futuro

Di chi trovò le chiavi della porta
che s’apre sui rilievi del futuro,
non sento la mancanza, ve lo giuro,
giacché il cuor da sempre m’é di scorta.

Nel mio vagar tra morbide illusioni
ho sogni non finiti da esplorare.
Se poi gli anni insistono a tornare
con l’eco d’alcune mie canzoni,

allora tutto è agevolato
per non pensar cosa accadrà domani.
La vita che mi ha scelto allontani
ciascun sussulto già pianificato.

Aurelio Zucchi

Published in: on Maggio 12, 2021 at 07:41  Lascia un commento  

Saudade

Non si cancella sai, il volo delle rondini

il loro dire sui girotondi senza età

l’ebbrezza che non conosce ostacoli.

Ho dentro agli occhi il tocco delle ali

la metamorfosi che conta i cicli della vita

e scioglie i nodi stretti nella ruggine di ieri.

Sai, non conosce inganno il cielo

non mente all’emozione d’un rintocco

e mi sorprende ancora nell’alba consegnata

all’incanto dei bagliori, tra fiori stropicciati

dai rapidi profumi e la saggezza consacrata dell’ulivo.

Una conchiglia di luce mi racchiude

e assaporo l’ attimo – saudade-

mi sussurra azzurra l’aria

saudade – è nel volo delle rondini.

Forse sono rinata, ora,

e non sapevo d’esser morta.

 

astrofelia franca donà

Published in: on Maggio 12, 2021 at 07:36  Lascia un commento  

Troppo pochi i mattini

Too few the mornings be,
too scant the nights.
No lodging can be had
for the delights
that come to earth to stay,
but no apartment find
and ride away.

§

Troppo pochi i mattini sono,
troppo scarse le notti.
Né alloggio si riesce ad avere
per le delizie
che arrivano sulla terra per restarci,
ma non trovano appartamenti
e corrono via.

EMILY DICKINSON

Published in: on Maggio 12, 2021 at 07:00  Lascia un commento