Sdegno

La giustizia che assolve i ladri e i malfattori?!
Ne abbiam le tasche piene, arbitri maledetti!
Costruiremo per voi altre cento Bastiglie
per chiuder la memoria di simili misfatti.

Vogliamo separare di nuovo l’acqua pura
del vero adamantino, dal male consentito
dalle putride fogne della vostra acquiescenza;
vogliamo condannare l’ignavia e l’indecenza!

La società reclama dei giudici corretti,
attenti a non percorrere le strade dell’oblio,
attenti a non sconvolgere gli spartiacque esatti
tra palesi misfatti e diritti dell’io.

Non si può tollerare che un ladro o un maneggione
sia salvato da un arbitro indolente o distratto;
nessuno può accettare l’odiosa conclusione
che un malvivente goda dei beni che ha sottratto.

La società pretende la bilancia serena
che ad ogni malefatta assegni la sua pena.

Santi Cardella

Published in: on maggio 17, 2021 at 07:49  Lascia un commento  

La vita non è poi tanto male

La vita non è poi tanto male
caro Leopardi, credi la vita
è lotta soprattutto d’amore
senza esclusione di colpi, quindi
aggressività non sempre franca
ma anche leale contesa, è Tancredi
e Clorinda con un po’ meno di pietà
cristiana, è nostro sforzo più sincero
è la corrente che come passa si riduce
fino a estinguersi, nel nulla – e qui ti seguo
signor conte.

NELO RISI

Published in: on maggio 17, 2021 at 07:26  Lascia un commento  

Oltre la visiera

pare il cielo
leggero il velo
di fuliggine
allontana
l’orizzonte
arricciano
scie il piano
marino…
Punte acuminate
inastano le vele
seguono rotte
senza fretta
di arrivare
è un porto
immoto
ma incerto…
Pronto il libeccio
cambia l’ordine
del vento
la barca attende
che l’orizzonte
si rischiari
lancia l’ancora
su fondali frali…

Antonietta Ursitti

Published in: on maggio 17, 2021 at 07:05  Lascia un commento