Poeta di concetto

Son stato un impiegato di concetto.
‘Poeta di concetto’, pure, sono.
Ho in odio quei che mancan di rispetto;
di chi si dice buono, son più buono.

Combatto chi … governar vuole e è inetto:
bugie ne canto, e falli, e lo canzono.
L’informazion di parte la rigetto.
Cui mai, finché potrò, sarò io prono.

Ché son patriota, e amo il mio paese.
E libero, lo voglio, e rispettato.
Amo il buon senso e no il politichese.

La mia famiglia amo, e il mondo intero.
Che nel bisogno vero va aiutato.
Rispetto chi rispetta il mio pensiero.

Armando Bettozzi

Published in: on maggio 26, 2021 at 07:29  Lascia un commento  

Causa dell’amore

Cuando me han preguntado la causa de mi amor
yo nunca he respondido: Ya conocéis su gran belleza.
(Y aún es posible que existan rostros más hermosos.)
Ni tampoco he descrito las cualidades ciertas de su espíritu
que siempre me mostraba en sus costumbres,
o en la disposición para el silencio o la sonrisa
según lo demandara mi secreto.
Eran cosas del alma, y nada dije de ella.
(Y aún debiera añadir que he conocido almas superiores.)

La verdad de mi amor ahora la sé:
vencía su presencia la imperfección del hombre,
pues es atroz pensar
que no se corresponden en nosotros los cuerpos con las almas,
y así ciegan los cuerpos la gracia del espíritu,
su claridad, la dolorida flor de la experiencia,
la bondad misma.
Importantes sucesos que nunca descubrimos,
o descubrimos tarde.
Mienten los cuerpos, otras veces, un airoso calor,
movida luz, honda frescura;
y el daño nos descubre su seca falsedad.

La verdad de mi amor sabedla ahora:
la materia y el soplo se unieron en su vida
como la luz que posa en el espejo
(era pequeña luz, espejo diminuto);
era azarosa creación perfecta.
Un ser en orden crecía junto a mí,
y mi desorden serenaba.
Amé su limitada perfección.

§

Quando mi hanno chiesto la causa del mio amore
non ho mai risposto: conosci già la sua grande bellezza.
(ed è comunque possibile che ci siano volti più belli).
Né ho descritto le vere qualità del suo spirito
che mi ha sempre mostrato nelle sue abitudini,
o nella disponibilità al silenzio o al sorriso
come richiesto dalla mia riservatezza.
Erano cose dell’anima e non dissi nulla di lei.
(E dovrei anche aggiungere che ho incontrato anime superiori).

La verità del mio amore ora la so:
la sua presenza superava l’imperfezione dell’uomo,
perciò è ​​atroce pensare
che in noi i corpi non corrispondono alle anime,
e così i corpi accecano la grazia dello spirito,
la sua chiarezza, il fiore doloroso dell’esperienza,
la bontà stessa.
Fatti importanti che non abbiamo mai scoperto,
o abbiamo scoperto tardi.
I corpi mentono, altre volte, un caldo arioso,
una luce mutevole, una  freschezza profonda;
e il danno ci rivela la sua arida falsità.

Conosci la verità del mio amore ora:
materia e respiro si unirono nella sua vita
come la luce che cade sullo specchio
(era una piccola luce, un minuscolo specchio);
è stata una perfetta creazione casuale.
Un essere in ordine è cresciuto accanto a me,
e il mio disordine era sereno.
Ho amato la sua perfezione limitata.

FRANCISCO BRINES

Published in: on maggio 26, 2021 at 06:59  Lascia un commento  

Soffio di cielo

Valentino
con la tua fresca scia
cambi il tondo
metti fili di gioia
alla matassa d’aria
e io respiro a fondo

so che posso farlo
voglio assicurarmi l’alba
di oggi
con più folate
assolvo il temporale…

eccoti dunque
mio soffio di cielo
l’incontro
dei nostri brividi rischiara
viviseziono un nuovo sole
che all’anima s’addentra

lì dimorerà finchè non busserà
per uscirne.

Aurelia Tieghi

Published in: on maggio 26, 2021 at 06:51  Lascia un commento