Di notte casca l’asino

.
Di notte casca l’asino
quando t’accoppi
passata la foia accecante
t’acqueti scivolando nel sonno
ma di colpo occhi e orecchi spalanchi
un malessere ti coglie
inquietante
nel buio ne cerchi la fonte
-che pure è prossima a te-
stupore
    fastidio
          sconcerto
apprendi con gran desolazione
che quel raglio 
che pare un concerto
proviene dal fauno che 
-dopo il tenzone-
ora giace beato al tuo fianco
.
Anna Maria Guerrieri
.
Annunci
Published in: on agosto 17, 2013 at 07:44  Comments (3)  

Ultima spiaggia

 
Il mio sale lo darò alle tue notti
frammenti di vite disperse
baci senza regole 
come oasi
nel mare di sabbia  che uccide
i gesti e le tue voglie 
sollievo e tormento
del dopo che non verrà

Anna Maria Guerrieri

Published in: on luglio 14, 2013 at 06:50  Comments (2)  

A volte mi basto

.
Seguo la stella che illumina
questa notte eterna
ascoltando il silenzio
chè mi basto
scarpe non ne ho
nuda attraverso
senza storia
il tempo che mi manca
ieri è già domani
e domani è troppo tardi
se non ti avrò amato abbastanza
.
Anna Maria Guerrieri
Published in: on dicembre 24, 2012 at 07:27  Comments (4)  

Canzone per due

 
L’inverno ti sparecchia
ed io ti amo ancora
negli orli da cucire
sotto gli occhiali 
notti sudate non se ne vedono più
ma l’alba si fa abbracciati
da sopra e sotto
che va bene così 
L’inverno ti spoglia
ed io ti amo ancora
dall’odore del sugo a fuoco lento 
a coperte tirate e
piedi freddi da scaldare
parole superflue non se ne dicono più 
ti leggo immediato 
anche dietro al giornale
L’inverno ci stringe
e noi ci amiamo ancora

Anna Maria Guerrieri

Published in: on novembre 4, 2012 at 07:17  Comments (12)  

Volere

 
Volevo
-forse questo e’ il mio peccato-
Voglio
-e  nel dirlo ho già sbagliato-
Vorrei…. fare di te un ricordo 
chiuderlo a chiave nel cassetto
un giorno poi lo  venderò
a chi 
-avendo avuto già tutto-
per noia o follia 
farsi del male 
vorrà

Anna Maria Guerrieri

Published in: on ottobre 21, 2012 at 06:52  Comments (6)  

Scirocco

 
Donna che aspetti il suo ritorno
ascolta il vento della sera  
ti parlerà di lui
scompigliandoti i capelli e
t’insinuerà sul collo
un’alito caldo di desiderio
Tra le tue scapole indurite
scorrerà quel brivido
che provi ancora tra le sue braccia
quando t’inarchi al suo tocco 
e dal petto sfuggirà un sospiro che affiderai
a quel vento umido che sa di sale
e di terre lontane

Anna Maria Guerrieri

Published in: on ottobre 12, 2012 at 07:08  Comments (13)  

La rotta

.
La notte sarà il mantello
che mi riparerà dal gelo di un addio
con la mia barca fenderò l’angoscia
che a ondate le viscere attanaglia e
solo un suono di campana avvertirà
della mia rotta pervicace
nelle  brume dell’inverno
.
Anna Maria Guerrieri
.
Published in: on settembre 10, 2012 at 07:23  Comments (2)  

Piccola cosa

.
Mandami un bacio uscendo
lo coglierà come un fiore dell’alba
l’umida guancia segnata
girandomi al risveglio –
l’odore di te gia’ lontano
.
Anna Maria Guerrieri
.
Published in: on settembre 1, 2012 at 07:38  Comments (3)  

Saint Tropez

.
Come mi prende il colore del mare
sempre inquieto
Intenso 
cangiante
Lo sguardo commuove 
la vigna 
spazzolata dal vento
che ardita s’accoscia al litorale
All’ombra dei pini inchinati
si raccolgono i miei pensieri
mentre ti respiro e contemplo
le tue grazie che al mondo prostituisci 
Indomita  resta la tua natura 
selvaggia
e superbamente vince
le bramosie dell’uomo
I tuoi morti mi sorridono
assolati su rocce a pelo d’acqua
dove l’eternità è scritta
nel ripetersi dei giorni accanto
A sera  il colore si fa materia e
ti rapisce alla malinconia
Ogni volta che parto
ti lascio con gli occhi di un amante
 
Anna Maria Guerrieri

Lucia

Fortezza
e mi vieni alla mente –
mitica guerriera –
a difesa della tua femminilità violata.

Soleggiata nella bufera
afferri le sfide
vincente.
Solida amica
Sorella
Madre
affétti i tuoi giorni
senza risparmio.

A liquide emozioni
appesa
mordi il blu fuggendo avanti,
l’obiettivo fissa il tuo vuoto.

Fortezza
Solida
Amica
Vincente
Espressioni tue
dentro di me per sempre.

Anna Maria Guerrieri