Oro colato

raggi di sole
spioventi sul
selciato negato
sogno di libertà
in cerca d’eternità…
Luce adamantina
riverbera sulla marina
vi si inabissa la vista
accecata si inoltra
tra le onde annegate…
Metallo resistente
inossidabile al tempo
resta eguale scudo
a salvare il mondo
dalla dissoluzione…
Oro colato
scorre il fiume
dai riflessi fulvi
crini volanti
contro vento
illusione d’eternità…

Antonietta Ursitti

Published in: on giugno 27, 2021 at 07:37  Lascia un commento  

Dissolvenze

annebbiano immagini
chiare poi sfocate
un velo di nuvole
avvolge la voglia
di guardare le cose
appaiono sbiadite
eppure non lontane
dettano passaggi
tornano indietro
le riprese del film
il nastro riavvolge
la vita serbano
i negativi impressa
rimane la storia
vissuta blando
ricordo possiedo
ma non posso
negarlo lo guardo
in immagini mute…

Antonietta Ursitti

Published in: on giugno 15, 2021 at 07:25  Lascia un commento  

Oltre la visiera

pare il cielo
leggero il velo
di fuliggine
allontana
l’orizzonte
arricciano
scie il piano
marino…
Punte acuminate
inastano le vele
seguono rotte
senza fretta
di arrivare
è un porto
immoto
ma incerto…
Pronto il libeccio
cambia l’ordine
del vento
la barca attende
che l’orizzonte
si rischiari
lancia l’ancora
su fondali frali…

Antonietta Ursitti

Published in: on maggio 30, 2021 at 07:25  Lascia un commento  

Oltre la visiera

pare il cielo
leggero il velo
di fuliggine
allontana
l’orizzonte
arricciano
scie il piano
marino…
Punte acuminate
inastano le vele
seguono rotte
senza fretta
di arrivare
è un porto
immoto
ma incerto…
Pronto il libeccio
cambia l’ordine
del vento
la barca attende
che l’orizzonte
si rischiari
lancia l’ancora
su fondali frali…

Antonietta Ursitti

Published in: on maggio 17, 2021 at 07:05  Lascia un commento  

Immagini nude

riflettono i pensieri
nessuna finzione
ricopre l’illusione
di sentire la libertà
fa volare su alberi
dai rami più alti
tortuose braccia
fanno strada
verso il blu
della notte
mi arrampico
come un gatto
e domino dall’alto
oltre il lenzuolo
che copre in basso
audaci momenti
di scoprire cose
celate in diafani
irreali sentieri…

Antonietta Ursitti

Published in: on maggio 2, 2021 at 07:01  Lascia un commento  

Cosa c’è nel cupo rumore

che viene dal mare
rabbia di Giove tonante
a lanciare saette..?
Squarciano onde alte
e impossibile sognare
possibili luoghi di pace…
Annuvolato il cielo
impressiona l’animo
sereno un istante…
Casuale canto di cicale
riporta alla mente Estate
consolatoria nenia
accarezza l’udito
fa fremere il mirto
avvizzito dall’aria
che brucia d’estate…

Antonietta Ursitti

Published in: on aprile 15, 2021 at 07:19  Lascia un commento  

All’imbrunire

avvitata in tornanti
ruotanti spire d’asfalto
in ogni anfratto getto
lo sguardo attratto
dalla macchia bruna
odorosa di mirto
di pino o d’ulivo
vigorosa ginestra
e resti di zagara…
Con scatto lampante
s’arrampica il daino
pericolo scampato
d’essere investito
silvestre creatura
indietro riporta
alle pendici d’Eden…

Antonietta Ursitti

Published in: on aprile 2, 2021 at 07:20  Lascia un commento  

Fugace sentire

tra vette distanti
dal cielo un palmo
chine al riverbero
alato d’aquila
solitaria a cercare
innocenti prede…
Passi felpati
segnano il sentiero
presto cancellata
l’orma a solcare
l’ignaro cammino
vuol sentire l’amabile
frescura penetrante
in orecchi tesi
a carezze di vento…
Sentori di fragole
all’ombra di ciclamini
petali rosati chini
tra foglie trepidanti
umane suole avanzano
rotto il silenzio
al fragore dei passi…

Antonietta Ursitti

Published in: on marzo 11, 2021 at 07:24  Lascia un commento  

Altri pianeti

si aggirano
tra stelle
ellissi giocose
percorrono
abitati da creature
misteriose…
Immagini di vita
futura
rallegrano
la fantasia
batteri o esseri
a noi simili
ci guardano
ci temono
come avventori
possibili…
Solo esploratori
o invasori
pronti a saccheggiare
come sulla terra?
Mettetele al bando
creature allo sbando…

Antonietta Ursitti

Published in: on febbraio 24, 2021 at 07:39  Lascia un commento  

Lucidamente il mare

di lontano guarda
segni bizzarri
parlano di onde
mestamente mosse
dal vento serale…
All’orizzonte un segnale
allarma il pescatore
notte tempestosa
si prepara silenziosa…
Cupe le nuvole affollano
il cielo sornione osservatore
del lento gabbiano volante
ripara sull’opposto versante…
Semplicemente incredulo
l’occhio si affaccia
alla verde radura antistante
è un verde mare parallelo…

Antonietta Ursitti

Published in: on febbraio 2, 2021 at 07:32  Lascia un commento