Poesia romana

Tra le nubi sboccia il sole
addolcisce l’aria
dell’umido dicembre
Francois Villon accompagna i miei pensieri
brutale lancia strali alla vecchiezza
duri colpi alla giovinezza
illusione la bellezza
tramonta come il sole
ma mai più risorge
ma caldo il sole di dicembre
scioglie l’anima a Roma questo dì
e dolce fa eco il sì…

Antonietta Ursitti

Annunci
Published in: on gennaio 14, 2018 at 07:38  Lascia un commento  

Domestico felino

socchiudi gli occhi
confuso tra i passanti
ammicchi a me che ti guardo
gatto solitario mi fai gli occhi dolci
non occorre intenerirmi
già sono sciolta al tuo sguardo
mi immedesimo in te
gatto mi sento mentre
il tuo passo avanza
senza alcun timore…

Antonietta Ursitti

Published in: on gennaio 2, 2018 at 07:17  Comments (2)  

L’erta a fatica

salgo per guardare
dall’alto atmosfere
di festa, luminarie
spente zittiscono i canti…
Echi giungono stanchi
di lontane primavere
distanti sguardi scorgono
fiumi sopraffatti dagli argini…
Tetti più non bastano
a coprire le case…
Piccoli presepi le guardano…

Antonietta Ursitti

Published in: on dicembre 25, 2017 at 07:19  Lascia un commento  

Sento emozione

è una stretta al cuore
pesante fa il respiro
che sembra un’apnea
una fitta nell’occhio
scioglie una lacrima
vorrebbe scendere
ma si trattiene
tra le palpebre
per non guastare
un’ armonia tale
da prendere i sensi…
Ti arrendi alla vertigine
che il ventre fa tremare
ti senti una foglia
trascinata dalle onde
di un torrente in piena
non sei tu a scoprirla
ti scopre l’emozione
e chiudi gli occhi
per non esserne
travolta ma al buio
il capo gira vagale
l’onda ti trasporta…
Avresti paura
se non si trattasse
di scene di natura
sinuosa scultura
un lungo ramo
che sabbia ingoia
docile serpente
che non tenta
mentre indica
sassi a pelo d’acqua
cristallina visione
d’un lambire d’onda…

Antonietta Ursitti

Published in: on dicembre 2, 2017 at 06:54  Comments (2)  

Gratitudine

sfoglia un fiore
privo di sicure
mete da ambire
voglia di odore
da elargire
con candore
non sa odiare
vuol profumare
mani amare
sogliono sfiorare
senza resistere
a tentazioni vere
tutte le primavere
sogliono scrivere
di nuovo vivere
di luce inondare
pensieri dorare
la natura lodare
con olfatto cantare…

Antonietta Ursitti

Published in: on novembre 13, 2017 at 07:05  Comments (4)  

Il grande platano

Cammino e ti incontro
un fusto possente
rami infiniti
rompono il cielo serale
foglie d’argento
sfiorate dal vento
parlano di te
una vita secolare
a osservare gesti indifferenti
umani passi ti incontrano per caso
sei muto
note di silenzio rompono il rumore
non lo senti
il rumore inutile
di una folla informe…

Antonietta Ursitti

Published in: on ottobre 28, 2017 at 07:31  Comments (2)  

L’imperfetto

Una linea si spezza
un vuoto si fa voragine
un monte insormontabile
un labirinto senza uscita
un tunnel senza luce
un brutto che piace
un urlo che canta
una voce spezzata
dall’ emozione…
La commozione
per contentezza
un addio non detto
un bacio non dato
per andare di fretta
una colpa non commessa
non colmare una promessa
l’armonia interrotta
per essere imperfetta…

Antonietta Ursitti

Published in: on ottobre 16, 2017 at 07:05  Comments (4)  

Scie di fuoco

impressionano le vie
scavate da umano sudore
trasformano lembi di cielo
tutto accade alla vista
sorpresa da nebbia fumosa
anteprima di paesaggi infernali
alludono alla fine dei giorni…

Antonietta Ursitti

Published in: on ottobre 1, 2017 at 07:48  Comments (2)  

Ultima Dea

Chi ti chiamò Speme
ti citava ultima Dea.
E morivi insieme
a chi ti invocava
per trovare sulla terra
un fine per vivere
senza libertà
schiavo di straniere
genti venute qua
chiamate a dominare.

Si preferì al potere
del popolo rivolto
di disordine creatore.
La libertà ha un sapore
tuttavia speciale
e chi ti invocò
seppe aspettare.
Preferì l’esilio
all’abiurare.
Maestro di amore
per una patria
senza gloria.

Antonietta Ursitti

Published in: on settembre 12, 2017 at 06:50  Comments (2)  

Come un destino

arrotoli l’arazzo
affresca la tua vita
tra pieghe vola
al vento lieve
la visione operosa
tenue ti sfiora
vorresti afferrarla
ma vola lontano
filtra la memoria
e ti abbandona
per correre verso
l’ultimo pensiero…

Antonietta Ursitti

Published in: on luglio 24, 2017 at 07:47  Lascia un commento