Praterie di grano

al sole verdeggiano
ondeggiano al vento
vi si tuffa lo sguardo
baluardo del verde
prodotto da mano
umana tremante
e furtivo lo sguardo
si sazia impenitente
ininterrottamente
il declivio seguendo
di morbide colline
avamposti passati
di greggi transumanti
e di popoli affamati
in cerca di nutrimenti…

Antonietta Ursitti

Annunci
Published in: on giugno 7, 2018 at 07:49  Lascia un commento  

Celesti Miti

Un colore allegro l’azzurro
di miti antichi non per questo
lontani, a portata di mano
di chi non disprezza sognare,
si diletta a chiedersi il perché
dell’esistenza e ha bisogno
di scovare risposte nel passato.
Annunciato dai racconti di eroi
pronti a sconfiggere mostri
per trovare la ragione di moti
nascosti dell’animo. Frenati
dal tempo trascorso, per questo
coperti da una coltre di polvere
che diventa magica nel sogno
di varcare soglie di lidi lontani.
Laddove scaturì l’arcano inizio
dell’umana generazione terrestre.

Antonietta Ursitti

Published in: on maggio 16, 2018 at 07:24  Lascia un commento  

Percorro sentieri bui

Mentre cerco la luce
rintanata non si lascia
catturare dall’occhio
che brucia…
Versi d’uccelli
nel fondo l’orecchio
avvisa il tempo
che scorre
ingrato accompagnatore
di lenti gesti…

Antonietta Ursitti

Published in: on aprile 22, 2018 at 07:21  Lascia un commento  

Il sole ammicca alla luna

Il sole ammicca alla luna
d’inverno
Ma è primavera per la luna
affacciata nel cielo
illumina come il sole
il freddo casuale
ricorda l’inverno
ma è primavera
dice la luna
bianca come neve
allerta lo sguardo
timido si affaccia
nell’arena del mondo…

Antonietta Ursitti

Published in: on aprile 7, 2018 at 07:15  Comments (7)  

Mi guardo le mani

solcate da vene
mi dicono vita
vissuta tra oggetti
toccati o lavati
oppure presi
con forza
oppure delicatezza
per una carezza data
ancor più se ricevuta
un passaporto
per andare in alto
tra vette intatte
dove non esiste
orma d’uomo
dov’è l’immenso

Antonietta Ursitti

Published in: on marzo 26, 2018 at 07:27  Comments (2)  

La mano non può scrivere

Fredda la mano sui tasti
vuol superare i guasti
causati dal gelo, invade
le membra, pervade
lo spirito. Voci gelide
di un vento invernale
senza pietà, assale
rattrista, i pensieri
diventano neri.
Macchie come nei
si allargano sul volto
dell’animo stravolto
non vale consolazione
alcuna, la posizione
dominante spetta al gelo.
I sentimenti stentano
il calore viene meno
calata l’apprensione
sale la desolazione
sopravvive il bisogno
di una forte emozione.

Antonietta Ursitti

Published in: on marzo 5, 2018 at 07:24  Lascia un commento  

Alba d’anima

rischiara
la mente satura
si libra
in un mare
di candore
spazzata via
ogni ombra
tutto si colora…
Venature d’azzurro
dipingono l’aria
un respiro leggero
penetra la mente…
Sì dolcemente
carezza il capo
s’adagia sereno
su un guanciale
di petali gialli…
Riflessi di luna
sciolgono i capelli
una dolce nenia
annuncia il giorno…

Antonietta Ursitti

Published in: on febbraio 16, 2018 at 07:33  Comments (3)  

Mancata apocalisse

Paure celate in antichi pensieri
fan vedere apocalittici mostri
fantasia accendono a chi non sa
come spiegare quel ch’è mistero
conoscenza non basta sempre
a trovare pertinenti risposte…
Eppure basta guardare al di qua
dell’inaccessibile per vedere
che ognora il mondo muore
vane le attese della sua fine
la vita continua a mordere
il dolore del mondo non si ferma…

Antonietta Ursitti

Published in: on gennaio 28, 2018 at 07:21  Comments (4)  

Poesia romana

Tra le nubi sboccia il sole
addolcisce l’aria
dell’umido dicembre
Francois Villon accompagna i miei pensieri
brutale lancia strali alla vecchiezza
duri colpi alla giovinezza
illusione la bellezza
tramonta come il sole
ma mai più risorge
ma caldo il sole di dicembre
scioglie l’anima a Roma questo dì
e dolce fa eco il sì…

Antonietta Ursitti

Published in: on gennaio 14, 2018 at 07:38  Lascia un commento  

Domestico felino

socchiudi gli occhi
confuso tra i passanti
ammicchi a me che ti guardo
gatto solitario mi fai gli occhi dolci
non occorre intenerirmi
già sono sciolta al tuo sguardo
mi immedesimo in te
gatto mi sento mentre
il tuo passo avanza
senza alcun timore…

Antonietta Ursitti

Published in: on gennaio 2, 2018 at 07:17  Comments (3)