Piove

– oggi il cielo

vagisce acqua

a dirotto con il vento

piomba grigio

sui millenari strati

sulle sementi

di campi sterminati

Scivola

nei parchi dell’inverno

tra i recinti dei laghi

pioppi spogliati

dimenticati dal sole –

 

Aurelia Tieghi

Published in: on marzo 20, 2017 at 07:00  Comments (9)  

Talvolta

Talvolta si vive

sulle rive della musica

capitale del cielo e della terra

 

profondo volume oceanico

brezza leggera

 

nuvola di primavera

ardore e profumo sparso

 

nel linguaggio del trasporto

colonna sonora che incendia

il fuoco sacro del pentagramma

dove l’amore delle note è infinito

corre la carrozza dorata…

 

Aurelia Tieghi

Published in: on marzo 11, 2017 at 06:54  Comments (4)  

Aldilà

Aldilà di situazioni giuste o sbagliate
c’è la grande distesa di Nettuno
ci troveremo lì
con amicizia, mio bene
escursione
ancora verso il mare
questo è sempre un buon inizio
quando
al tempo, spuntano le ali
e i nostri giorni autunnali
volano con lui…

Aurelia Tieghi

Published in: on marzo 2, 2017 at 07:03  Comments (3)  

L’ora

… e ora?

scrivo

scrivo alimentando la lampada

scrivo perché l’eco del pensiero mi comanda

scrivo quando il verbo si dissolve con la fretta

scrivo nell’attimo intrappolato dallo schermo bianco

scrivo

motivata da un motivo

… vivo

e scrivo

 

Aurelia Tieghi

Published in: on febbraio 21, 2017 at 07:47  Comments (1)  

2 agosto 1980

Mare burrascoso

cortina scura

ricordo

che macera

lo scempio

Aculei

irradiati di sterminio

mi fendono

Sono sul tappeto

d’acqua gelata

il peso è scalpitante

Piango

 

Aurelia Tieghi

Published in: on febbraio 1, 2017 at 07:30  Comments (2)  

Limone

Limone

inasprito

fruttato immenso

dal giallo rifiorito

hai un profumo smisurato.

O buccia del creato

con semi che dalla terra

hanno camminato

riversi l’altezza celestiale

quando ascolto armonie e motivi  

della tua parte di luna

che stilla tutto il suo colore.

Sei lume e beltà della lampada stellare

che sta sull’albero secolare.

 

Aurelia Tieghi

Published in: on gennaio 23, 2017 at 07:28  Comments (1)  

Aquile

Le aquile non hanno stormi

eppure osano

quando c’è tempesta

sfidano il vento

alzano la testa

 

coronate di colori

inverni e primavere

volano al sole

tra gli spazi delle gole

 

aquiloni senza fili

che fanno pulsare il cuore

si lanciano da nidi stellari

ridestano le ali

di madre natura

 

sfrecciano occhi vincenti sulle valli

senza guerra

cacciano la terra.

 

Aurelia Tieghi

Published in: on gennaio 14, 2017 at 07:26  Comments (1)  

Lavoro alacremente

 

Lavoro alacremente

con una vecchia usanza

riesumo la speranza…

quando il cielo non sta sulla terra

e nulla procede lungo le rive…

Voglio nutrire un profumo

un pizzico di floreale

essenza ibisco con

note di melone, mora

lampone.

A piccole gocce di limone

lascio spazio alla fiducia

affinchè possa comparire

una mescolanza per

profumare il cuscino

e parte dei polsi

senza abbondare

lavoro alacremente

per non volare

troppo in alto

altrimenti poi

chi mi riprende!

 

Aurelia Tieghi

Published in: on gennaio 5, 2017 at 07:22  Comments (1)  

Klimt

Ad ogni passo di musica

c’è il segreto delle note

c’è il bacio di Klimt

 che s’avventura dentro bocche dorate

 

L’abbraccio sceglie la strada cocente

sulla pelle sconfinata scalfita dal dolore

si nutrono

attraverso la coltre d’amore.

 

Aurelia Tieghi

Published in: on dicembre 27, 2016 at 07:20  Comments (2)  

Al mio gatto Fumo

oggi

ti penso

con un mantello di morbido bene

ti penso

randagio che trovò un nome

e una famiglia

amichevole

aspettavi l’indice della mia mano

accarezzare il pomo d’adamo

tremavi

per effetto dei ronfi fiduciosi

mi toccavi senza estrarre le unghie

poi giunse l’età in cui

vi fu l’abbandono

abbandonasti questo mondo…

(ciao Fumo)

 

Aurelia Tieghi

Published in: on dicembre 18, 2016 at 07:18  Comments (7)