Quattro cavalli

Mi si muovono nel petto
Quattro cavalli al galoppo
Non li ho sentiti arrivare
Non ho potuto arginare
Quel loro scalpitare
Se non li lascio fare
Mi ammaccano il cuore
Vogliono spazio
Sono giunti in silenzio
Gli zoccoli sulla neve
Era sembrata cosa lieve
Da prendere alla leggera
Ma ora la cavalla nera
Si è già aperta un varco
È fuggita nella sera
E con le ali nella notte vola
Tendo forte il mio arco
Ma non prendo la mira
E la testa mi gira
Lasciateli fare
Lasciateli andare
I cavalli del cuore

azzurrabianca

Annunci
Published in: on novembre 22, 2017 at 06:58  Comments (2)  

Sto cercando

Sto cercando…la mia voglia di dipingere
Sto cercando…la mia voglia di amare
La mia voglia di teatro, la mia voglia di gente, il mio desiderio di solitudine, sto cercando la mia mente
Sto cercando…
Cosa ho smarrito… cosa
Non ho ancora incontrato
Sto cercando …
Parole alte e belle che tocchino le stelle
Sto cercando i silenzi dove gli astri brillano
Sto cercando un vento che soffi via i pensieri
Un abbraccio che mi scaldi il cuore
E raccolti di sorrisi lacrime e sudore
Il volo leggero e mutevole di una farfalla
E quello forte e lento dell’aquila bella
Il gabbiano sul mare la nave nel porto
Il mio primo vestito corto
Sto cercando… frugando fra i ricordi
Ma non c’è nulla che basti al presente
Sto cercando niente
Sto cercando di tornare a volare
Con le ali mozze che mi fanno male
Un cesto di sorrisi e miti paradisi
La celeste aurora e il cielo che scolora
O la tempesta di vento e acqua
Sì ho la gola secca ho sete per piacere
Un po’ d’acqua almeno un bicchiere
Troppo sale di lacrime e mare
Troppo vento mi ha scavato la bocca
Grotta dove risuona una voce non mia
Me ne vado cosa vuoi che sia
Dice uscendo il fantasma che mi abita
E non sbatte nemmeno la porta
Scivola lontano da me e di nuovo
Alla vita sono pronta

azzurrabianca

Published in: on novembre 13, 2017 at 06:55  Comments (2)  

Quando c’erano i lenti

era più facile
cominciare un amore
andavi a una festa
oppure in discoteca
c’era quello che ti piaceva
ti invitava a ballare
e lì si capiva
nel contatto nell’abbraccio
se anche per lui
lì ci si trovava
lì cominciava
nel buio in silenzio
magari il primo bacio 
forse lo si sapeva già
ci si conosceva da un po’
magari prima ci si guardava
ci si parlava con gli occhi
o era una cosa improvvisa

adesso come si fa
ad iniziare un amore
che fai vai lì è dici
senti mi dai un bacio
oppure vuoi scopare?
oppure sì c’è ancora
chi è più dolce romantico
allora cosa dice
ti vuoi mettere con me…
sei bella sei bello
mi piaci sei intelligente
cosa ti piace
come vedi il mondo
tutto resta freddo
non c’è il corpo che parla
coi suoi messaggi
semplici e antichi
arcaici e naturali 

e allora come si fa
a partire insieme
a cominciare un amore
se non ci sono più i lenti

azzurrabianca

Published in: on novembre 4, 2017 at 07:07  Comments (2)  

Adoro

Adoro
Questi giochi d’ombre
Sulle mie tende
Vorrei
Che tu fossi qui
I tuoi abbracci
Nella notte
Adoro questi giochi
Di luci e di vento
Impalpabili e leggeri
Eppure così veri
Come la tua voce
Sentita fuori
Il nostro è un amore
Fatto di suoni ed ombre
Di voli della mente
Di aria e di vento
Di piccoli movimenti
Di foglie agitate dai venti
Piccoli rami ondeggiano
Oltre il vetro
Sono i capelli del mondo
E carezze silenziose della notte
Eppure una volta l’hai gridato
Ma io taccio taccio
Come se non fosse mai nato
Eppure ti amo come loro
Come le luci e ombre
Che mi avvolgono
Lo sguardo a luce spenta
Come il gioco magico
Del caso
Degli elementi
Che si fondono e inventano
Sempre una nuova musica
In questa danza
Vivace nella quiete della stanza
Vorrei amore i tuoi baci

azzurrabianca

Published in: on ottobre 26, 2017 at 07:22  Comments (5)  

Una calda carezza

Adesso seduta guardo
Le nuvole passare
Dalla casa dietro il verde ascolto
I ragazzi giocare e gridare
Il mio è il tempo del guardare
Riflettere e ascoltare
Ma poi mi lascio andare
Si allarga il respiro
Se ci fossi tu potresti essere mio
Ti sento nella pelle sulle spalle
Il tuo sguardo mi rende così molle
Nella quiete del cuore
I tuoi occhi di bambino
Mi dicono un destino
Pieno solo d’amore
Adesso non vorrei parole
A quel tuo sguardo fanciullo arreso
Ti lascerei avvicinare
Vorrei restare fra le tue mani di uomo
Fondere i nostri pensieri
L’avessi fatto ieri
Subito secondo il cuore
Seguendo il fluire
Degli occhi e l’impulso vitale
Non mi sarei sentita così male
Quando la fisarmonica suonava
“Accanto a te”
E non eri vicino a me
Se tu fossi qui ora
Portami di nuovo qui
Abbracciami come fossimo
Stati qua sempre come bambini
Ogni poesia può
Essere ancora mia
Ogni bacio riportarmi
Via da tutti i tempi
Ogni abbraccio nella notte
Una certezza una calda carezza

azzurrabianca

Published in: on ottobre 17, 2017 at 07:19  Comments (2)  

La tua casa bianca

La tua casa bianca
Sì è bellissima
La tua villa
Ma non sono
La donna che
Corteggia un uomo
Per i suoi beni
È che lì
Ci sono già stata
Nei miei sogni
Quelli più veri
Quelli notturni
Che lasciano andare
Il conscio dei pensieri
Da quando…non ricordo
Sogno di essere
In una casa bianca e bella
Sola o con mia sorella
Sì va bene
Chissà poi che significa
L’involucro
Il guscio di noi umani
Oh sì
È facile desiderarla
A me bastava guardarla
Come su di una rivista
Le belle foto patinate
Si può amare
La bellezza
Senza possederla
Ma è proprio che
Io lì ero già stata
Nei sogni
Quelli di notte
Quando non sei cosciente
Poi da lì
Ho sentito una voce
Che mi parlava amica
Un uomo che mi ama
Era il mio sogno
Da adolescente
E non ho
Capito più niente

azzurrabianca

Published in: on ottobre 8, 2017 at 07:13  Comments (2)  

Al Mulino Mazzone

Adesso seduta guardo
Le nuvole passare
Dalla casa dietro il verde ascolto
I ragazzi giocare e gridare
Il mio è il tempo del guardare
Riflettere e ascoltare
Ma poi mi lascio andare
Si allarga il respiro
Se ci fossi tu potresti essere mio
Ti sento nella pelle sulle spalle
Il tuo sguardo mi rende così molle
Nella quiete del cuore
I tuoi occhi di bambino
Mi dicono un destino
Pieno solo d’amore
Adesso non vorrei parole
A quel tuo sguardo fanciullo arreso
Ti lascerei avvicinare
Vorrei restare fra le tue mani di uomo
Fondere i nostri pensieri
L’avessi fatto ieri
Subito secondo il cuore
Seguendo il fluire
Degli occhi e l’impulso vitale
Non mi sarei sentita così male
Quando la fisarmonica suonava
Accanto a te
E non eri vicino a me
Se tu fossi qui ora
Portami di nuovo qui
Abbracciarti come fossimo
Stati qua sempre come bambini
Ogni poesia può
Essere ancora mia
Ogni bacio riportarmi
Via da tutti i tempi
Ogni abbraccio nella notte
Una certezza una calda carezza

azzurrabianca

Published in: on settembre 29, 2017 at 07:00  Comments (1)  

Chi parla oltre la siepe?

Chi parla oltre la siepe?
Quale voce cosi amica
Chi mi ha detto il suo amore
E ora se ne va
Senza che io gli abbia risposto

A che mi serve il vento
Ora è solo inquietudine
Mentre con te era sensualità dolce
Si è spenta una stella mentre te ne andavi
Che me ne faccio ora del cielo
È solo uno scuro minaccioso e lontano
Mentre prima allargavo le braccia all’infinito

azzurrabianca

Published in: on settembre 20, 2017 at 06:52  Comments (8)  

A che mi serve la notte

A che mi serve la notte
Un divano un camino
Se non ti ho vicino
Non ho visto il tuo volto
Ma so per certo che è
Più caldo della luna
Non conosco i tuoi
Baci il contatto ma sento
Lo sento come potrebbe
Essere in una notte
Così splendida e agitata
Amore vieni e fa
Che io sia vita

azzurrabianca

Published in: on settembre 11, 2017 at 07:48  Comments (5)  

Il posto delle farfalle

Ho trovato il posto delle farfalle

sotto la quercia vecchia

sul sentiero che porta alla fontana

uno slargo chiazzato di sole

i cardi sono pieni di voli

bianche si posano sul viola

Proseguo fra l’erba verde

fino all’abbeveratoio abbandonato

rivedo le mucche salire all’alpeggio

un poco sostare e l’acqua a dissetare

tracce di pietre sparse

portano memorie non mie

indicano ricoveri di pastori

penso a Marianna che cantava

da valle a valle

si davano la voce

così lei mi dice

Le felci rigogliose chiudono il passo

mi avvio sulla strada del ritorno

una farfalla mi sfiora la fronte

solleva la mia mente

ritrovo la radura

i fiori i profumi verdi e freschi

i voli silenziosi bianchi e arancioni

Smarrirmi vorrei in questa quiete

essere anch’io farfalla

ma con te accanto amore

sentire la tua mano

nella mia la mia nella tua

vivere con te anche un solo giorno

leggeri e liberi come farfalle

Qui ogni attimo è eterno

 

azzurrabianca

Published in: on settembre 2, 2017 at 07:45  Comments (5)