Lui nel silenzio

Sembro sola

ma quante parole diluite

nel silenzio della sera

Accanto a me lui oltre la vita

nel dilatarsi religioso

dell’assenza

Mi prende per mano e racconta

parole senza forma senza suono

Solo io capisco

Racconta un amore

diverso divino

Questo silenzio profumato

lo riporta a me

voce appena sussurrata

Amo di lui questo insolito

ritorno

chiudo gli occhi grevi di pianto

camminiamo abbracciati

lungo il viale assolato

senza fine

Nella luce riflessa ritrovo

pensieri fuggiti da quel mio

essere che non è più mio

soltanto cambiato

rinnovato come il suo

Sogni sparsi e ricordi

che chiudo gelosa nel cuore

trasformato dall’eternità

 

Giuliana Angeli

Published in: on gennaio 28, 2020 at 07:41  Comments (1)  

Libera

Costruire un arcobaleno
è portare il sole dentro di te
cancellare dubbi e paure
prendere colori evanescenti
modellarli con le mani
per scaldare i tuoi pensieri
stemperano sospiri repressi
dispongono sorrisi di luce
Quel cuore continua a batter ansioso
il cielo immenso ti guarda incantato
Senti un gorgoglio
è ruscello che ride con te
Allunghi una mano
una farfalla si posa sul tuo palmo
ma non l’afferri
libera come l’aria
come vorresti esser tu
con lei volare sull’arcobaleno
fatto con le tue mani
per il tuo cuore che ha sete di pace

Giuliana Angeli

Published in: on gennaio 19, 2020 at 07:19  Comments (3)  

Poi verrà la notte

Scendono e danzano

ombre diverse sfumate

intrecciando le mani

mettono il velo abbrunito

come magia sul bianco paese

che tacito attende il riposo

Il giorno svanisce

il cielo scolora e incupisce

io guardo in silenzio

stupita

Adagio si scopre la sera

lascia cadere la veste di seta

teatro nel cielo di stelle

che applaude

fili di canti sottili

d’uccelli notturni curiosi

nascosti tremanti

Ed ecco il chiarore lontano

speranza d’un giorno felice

L’ultimo fiato accorato

accarezza con dita leggere

la notte che avanza sicura

I sogni che corrono in cerchio

li mando lontano a rubare

canzoni e speranze

 

Giuliana Angeli

Published in: on dicembre 19, 2019 at 07:21  Comments (2)  

Volare

Incontro il mio destino ogni giorno

ricreato di nuovo

scrivendo all’orizzonte l’essenza

della smania di vivere

Non posso fermarmi

non voglio ancora

Col cuore aperto al volo

il vento mi trapassa

un fremito di desiderio sboccia

nello spazio sospeso

Ragnatele tra i rami di betulla

reggono lievi

la forza della verità

Le meraviglie più strane

accolgono nell’incavo dei sogni

un nido nascosto

promessa di una realtà desiderata

Voglia di volare di creare

di amare

senza tempo senza età

Assetata di luce di vero

in lotta sempre

perché il destino mi sia amico

 

Giuliana Angeli

Nel 10° anniversario della sua morte

Published in: on dicembre 7, 2019 at 07:36  Comments (7)  

La vita che hai scelto

Se un’intuizione di scelta
ti porta a conoscere forme nascoste
nel dominio
dell’immaginario formarsi
delle sensazioni più profonde,
accetta le sfide che di te fanno essere vivo
la premessa è giusta
il contenuto sofferto
il risultato ricercato
spesso illogico,
avvolto in trame impalpabili
che fanno del tuo essere
fiamma covata
lotta voluta con gioia
perché trionfi la vita che hai scelto

Giuliana Angeli

Published in: on novembre 22, 2019 at 07:06  Comments (3)  

Messaggio d’amore

Prati fioriti accarezzi
con voglia di pianto
Dentro il tuo cuore
né odi né guerre sfatate
rancori dissolti scordati
Senti un soffio gentile
che incarna come acqua sorgiva
messaggi di pace
carezze d’amore
intorno rintocchi e colori
Cerchi una strada
per aprire le braccia alla vita
che un giorno ti hanno donato
nel pegno di dolci carezze
Il mondo si veste di fasi ideali
se l’anima è assente
rivolta a vane chimere
a dubbi profondi
Sorreggi il fratello caduto
consola il fanciullo
lasciato per strada
Ama colui che chiede in silenzio
un aiuto di pace
Solo il tuo amore profondo
salverà il Creato
ferito appenato

Giuliana Angeli

Published in: on novembre 14, 2019 at 07:02  Comments (4)  

Per un attimo

Apro gli occhi al mattino

e solo per un attimo non ricordo niente

sgomento dilaga

sensazione di smarrimento

impaurita corro fino al centro della terra

per ritrovare il fuoco

che mi darà la forza di vivere

Quel timore m’aggredisce

mi spaventa

per un attimo solo è vero

ma sembra un secolo

Sperduta sola impaurita

senza forza né volontà per un attimo è vero

Poi torno in me con forza disperata

un urlo dentro che squassa

Devo resistere al buio

voglio vincere con prepotenza

allungo le braccia e riesco

ad aggrapparmi ad una mano tesa

e mi riempio di luce

Riemergo dal buio

per cantare ancora la vita che mi corre incontro

con forza divina

 

Giuliana Angeli

Published in: on novembre 9, 2019 at 07:01  Comments (6)  

Amore

Forse le fantasie

meritano risposte che ho dimenticato

calcando una realtà

più semplice più dura

Eppure amore guida

la vita lottata

la pena vissuta accarezzata

E ancor oggi fantastico

dell’arcobaleno

mi faccio corona

perché più bella più viva

mi trovi l’amore

non senta il passo pesante

non veda i capelli già bianchi

il viso sciupato dal pianto

di tutta una vita

Solo l’amore fa vivere a lungo

coprendo la terra fiorita

con mani già cave

che colmo di sogni e ricordi

e niente distruggo

se il cuore continua ad amare

 

Giuliana Angeli

Published in: on novembre 2, 2019 at 06:58  Comments (2)  

Ricordiamo

Ci riposiamo a guardare il cielo
e i fiori spenti
e la vita di quelli che ci amarono
o che ci odiarono.
nel silenzioso buio
che accarezza la nostra carne
viva,
non sentiamo neppure la gioia
di essere presenti
a parlare delle erbe recise
che odorano di fieno;
non godiamo di noi

che parliamo,
di noi che possiamo chiudere gli occhi
perché ci sembra quasi
inconsistente
la vita senza le stelle,
senza le persone che ci hanno
amato.
solo nel ricordare
riaffiora il sorriso
e ci lasciamo cullare
da una dolcezza
che ci resta dentro.

Giuliana Angeli

Published in: on ottobre 13, 2019 at 07:48  Comments (4)  

Sei parte del mondo

Mentre cammini
e tu solo esisti,
nelle case
con cento finestre
ammuffite dal tempo
e dai – no -,
la vita continua.
Sarebbe differente
se tu sostassi a farti
ferire dentro
da pallide mani
aperte
verso l’alto
tese, sciupate
bruciate.
Tu sei parte del mondo,
anche le case
parte del mondo
che sfiori appena
con sguardo stanco
indifferente.
Parte di mondo
strade sconnesse
panni stesi all’ombra
vicoli ciechi
ciechi di guerra
vecchie carrette
nuove vite che crescono
fiori recisi
e vita di tutti,
dietro cento finestre.

Giuliana Angeli

Published in: on ottobre 5, 2019 at 07:40  Comments (4)