Il tempo per un poco si fermasse

Di quel blocchetto spesso
solo quel trentuno colorato
vive lo staccherà doman
la mano uno strappo muore
così un anno e già li pronto
è un rosso uno di gennaio
su un blocco vergin intonso
ed ad assottigliarsi pronto
e neri rossi e neri cadranno
via via quei colori dei giorni
segno e il tempo si consuma
ma quest’anno nuovo vorrei
che per un poco si fermasse
l’ora dando più spazio ai miei
d’amor pensieri: gli ultimi forse!

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Annunci
Published in: on febbraio 8, 2018 at 07:25  Comments (5)  

E nulla cambierà

Frasi fatte parole già sentite
allo scoccar di un anno nuovo,
pace serenità prosperità fortuna
gioia salute successo soldi tanti,
è un ritornello che immutato
torna come quei balli in piazza
stelle filanti ardenti e botti spari
ma ai cenoni nei resort montani
alle esotiche spiagge son gli stessi
sempre che brindano a champagne
e così sarà per lor anno per anno,
a chi sotto un carton o sotto le stelle
dorme ed i morsi della fame soffrir
fa tanto niente cambierà nell’anno
e così sarà per lor anno per anno,
che ipocrite false son quelle parole
allo scoccar di un anno nuovo dette
e ipocrita pur chi questo dir mio nega!

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on gennaio 27, 2018 at 07:16  Comments (7)  

Qui cerca l’abbandonato amante

L’aria inebria nella sera il profumo
di lavanda e s’accompagna a questo
la lor delle aperte belle di notte rosse
la fragranza delicata dolce sospira
qui il solitario abbandonato amante
alla ricerca tra i profumi dell’amata
quello ormai perduto e tra i ricordi.

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on gennaio 13, 2018 at 07:36  Comments (6)  

Vuoto il nido

Vuoto qui il nido delle rondine amiche
volate con forzati voli per lontani lidi
e qui in attesa di uno sperato lor ritorno,
pur vuoto il nido oggi dei pensieri miei
cattivi che volati da me lontan lontani
che da lì si spera senza possibile ritorno

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on dicembre 31, 2017 at 07:06  Comments (6)  

Non un amore

Tempo di gioventù lontano
difficile dir se amore o solo
mera simpatia quei sentimenti
miei da lei odiati tanto e quel dì
finiti frantumati, queste a un
casual incontro queste ultime
a me parole: più non t’ostinar
e serba se vuoi come ricordo
ultimo di me questo freddo ciao.

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on dicembre 19, 2017 at 07:26  Lascia un commento  

Scivola dall’animo

Danza la gialla farfalla sul geranio
rosso e lì nell’azzurro del mattino
a quel leggiadro danzar dell’azzurra
libellula il volo s’accompagna rapito
così da quel disegno che l’aria tinge
scivola dall’animo la mia malinconia

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on dicembre 10, 2017 at 07:12  Comments (6)  

Oggi son triste

Oggi son triste ma non so spiegar la mia
tristezza che l’otre dei miei dolori pieno
avevo lanciato laggiù nel profondo mare
che forse le chele di un lì vivente mostro
o meglio che sol gli aguzzi di un pesciolino
denti l’abbiano forato e alcuni di quei a galla
reso e di nuovo da me a respirare qui portato?

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on novembre 27, 2017 at 07:16  Comments (2)  

Canti e riposi estivi

Fanno a gara nel caldo dell’estate
a lanciar nel cielo i loro canti
i grilli e le cicale e sonnolenti
i gatti miei rannicchiati al sole,
stanno ai giochi d’amore pronti
i primi in attesa quei dormienti
delle notturne fresche ore complici
ruffiane a quegli attesi sospirati
incontri: qual darà ora del giorno
sollievo alle sue pene d’amor
al solitario abbandonato amante
che la forte calura pesa al cuore
e la fresca ora notturna non ristora?

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on novembre 16, 2017 at 07:41  Comments (8)  

Ferma immota l’aria

il faggio e i tigli
invocar sembrano
anche un minimo
refolo di vento
che possan danzare
i rami e le foglie
dondolare piano,
lì nascoste indifferenti
le cicale stanno
a rompere il silenzio
con quel costante
alto fastidioso canto,
quei movimenti l’occhio
attende e l’orecchio il nulla

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on novembre 5, 2017 at 07:21  Comments (4)  

Come nell’afa

Come nell’afa estiva forte s’attende
a donar al corpo un poco di frescura
così un animo che tanto d’un amor
che tormenta brucia un sospir qual
soffio s’attende dalla persona amata
che a quel brucior dar breve tregua

Giuseppe Gianpaolo Casarini

Published in: on ottobre 14, 2017 at 07:33  Comments (5)