Malinconia d’amore

Il senso della vita 

è trascinato

dalla lampante

egemonia del male,

un qualche bacio

spolvera la nebbia,

il cuore insorge

contro il vuoto

che si arroga il diritto

di gestire

allo sfociar dell’alba

il giorno ostico,

malinconia d’amore

intona cori

di balconi accesi

come

una festa grande

del dolore

che coinvolge le lacrime

ed il cuore.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on maggio 5, 2021 at 07:36  Lascia un commento  

Le ore della notte

hanno scandagliato

il fondo di un pensiero

rinvenuto tra reperti antichi,

una spia clandestina

pervenutami in sogno

ha svelato amore

nella lacrima muta

sussurrata

dagli occhi di un sorriso,

eravamo al punto

di tracciare

la grande rotta

al bivio della vita

presso i gradini

della cerimonia.

Ora che il tempo

ha chiuso gli spiragli 

posso soltanto

redarguire il cuore

che ha condannato

il fiume

a straripare

lasciando a sogni dolci

il gusto amaro.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on aprile 29, 2021 at 07:33  Lascia un commento  

I nodi dell’amore

Guardo la scia veloce

come lo sguardo

aperto al finestrino

di un treno

dietro il tempo

rimasto abbarbicato

alle  radici

spalmato dal calore

di momenti

come gocce di miele

sopra gli anni,

valuto le ingerenze

di intemperie

e raffiche di vento

contro il fortilizio

di mattoni

stabilizzati

l’uno sopra l’altro

dalla capacità

del Gran Fattore

che ha inventato

angeli di vita

per legare

coi nodi dell’amore,

le ritrosie del cuore.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on aprile 23, 2021 at 07:26  Lascia un commento  

Profumo di sogni

Il mio cuore
ha un angolo segreto
dove un qualche sogno
che non è proprio sogno
fa sbocciare sogni
nella stanza di fiori
dove profumo dolce
mi commuove.
salgo nel cielo
a fabbricare stelle,
cadono scintille
ci si illude
di poterle afferrare.
Questa magia del cuore
che gioca con i versi
toccando con le dita
attimi di parole
abbraccia la dolcezza
con gli occhi chiusi,
per paura
del buio della luce,
lascia fumo di sogni
nella stanza.

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on aprile 18, 2021 at 07:05  Lascia un commento  

Candele affacciate

Candele affacciate alla porta

del tempo rischiarano quadri

che sono ritagli di vita.

Ci sono caramelle di memorie

che si squagliano in bocca 

tra foglie riarse che contano il sole.

Seduto davanti alla cascata

valuto le ingerenze del silenzio

che batte dietro il muro …

Qual è la sorte delle essenze infuse?

morderanno versi  di crogiolo

che non macina il tempo

come cocci taglienti tra le dita

che una vita non basta a stritolare?

inventeranno fantasie d’attesa?

Lumicini di scolta sulla stele

origliano

per un qualche lume tra spiragli,

ma è troppo cerato il frontespizio

e sulla rimanenza

sembra dubbio

potere azzardare congetture.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on aprile 3, 2021 at 06:50  Lascia un commento  

Caro papà

Il tuo silenzio valica le  sponde

più forte del martello di campane

tutte le stelle sembrano vicine

dietro il buio l’incanto della luce

sommerso che accarezzo

nel profondo degli occhi di pensieri

vibra d’immenso,

il canto dell’amore

è rimasto sospeso come un grido

che non vuole lasciarti scomparire

e stride con la nebbia che ti avvolge

e ti prende per mano verso il vuoto … 

Dietro la porta chiusa

il tuo profumo

sorseggio con il gusto del silenzio che

scoppia in pianto dentro il cuore muto.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on marzo 27, 2021 at 07:48  Comments (1)  

Al cimitero

Flutti  

nel gorgogliante mare

dilatano la nebbia,

veglie

di colori recisi

alla campagna

per adulare il cielo,

sussurri di candele

spazzano

polvere di tempo

dalle righe

a questa età di occhiali

che si affaccia

sulla piazzola invasa

dalla marea di volti

che parlano il silenzio.

Questo sereno incontro

porge la mano tesa

sulla soglia

di spiragli di luce

dietro il  buio

per consentirci

di accarezzarla.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on marzo 21, 2021 at 07:36  Comments (1)  

Cara luna

intensamente sveglia

tacita fissi

oppur giocosa ridi,

come pupilla sei

vaga        

severa

attenta…

leggi a ciascun

negli occhi

i suoi segreti

e scrivi sugli sguardi

il tuo pensiero.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on marzo 6, 2021 at 07:37  Lascia un commento  

Brividi d’amore

Cuore voglioso

che mi vegli accanto

nei sogni

fino all’alba di domani

le tue parole dolci,

onde velate

mettono in chiaro

vincoli assetati

di quelle notti floride

dove gli ultimi raggi

di speranza

sono affogate

nel profondo mare,

la tua poesia nuda

della vita

trova facile ascolto 

nei ricorsi di stelle

dietro nubi,

si presta all’uso anonimo

ed elargisce

brividi d’amore

mostrandosi assenziente

dietro i lumi.

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on febbraio 28, 2021 at 07:34  Lascia un commento  

Errare del pensiero

Errare del pensiero

si inabissa,

ruota intorno

dentro un cielo ignoto

parla più forte

resta sempre muto,

formula teorie,

stratagemmi,

con la mente incapace

a tutelare

i consigli di un senso

dell’anima che sorge 

dall’infinito Senno,

forse sono soltanto

invisibili cocci

di parole

artefici del senso

che conduce

due corpi ad inventare

una ragione. 

 

Giuseppe Stracuzzi

Published in: on febbraio 22, 2021 at 06:58  Lascia un commento