Ogni giorno

Riverberi

di violenza

dal maxischermo

dei giorni

diffusi

da un compiaciuto

telegiornale.

 

Poi la pubblicità

-cimosa-

con la famiglia felice

a colazione …

 

A dissolvere

ogni martirio …

.

Graziella Cappelli

Published in: on luglio 21, 2017 at 07:24  Comments (8)  

L’attesa

All’improvviso

sai …

un tuffo al cuore

e non sei più

la stessa.

Ti fai

Luna crescente

luce

che inonda

sogni

nel mutar

delle stagioni.

Poi …

groviglio

di doglie

e un vagito di Poesia.

.

Graziella Cappelli

Published in: on luglio 12, 2017 at 07:21  Comments (8)  

Madre

Pensarti

sull’ultima via

e ritrovarmi

nella tua fisicità.

La cadenza

della voce

il piacere dei libri

la manìa

di fare lavori precisi

un antico dolore

incompreso.

E ti rivedo

seduta

presso la finestra

con lo scialle nero

a trillare

il cordino dei fiaschi

sul grembiule

umido di sala

con le mani gonfie

e il volto sfatto.

Si dissolve

l’assurdo

dei nostri conflitti

in sequenza di passi

mentre

oltre la curva

vorrei sentire

il tuo odore

in abbraccio infinito …

.

Graziella Cappelli

Published in: on luglio 3, 2017 at 07:12  Comments (10)  

Albero

Con Te

affondo radici

nella terra

in nutrimento.

Siamo

cuore

in arpeggi

di nidi

flauti di vento

eco

di stagioni

tatuate

espansione

di luce e ombra.

Eleviamo

braccia

quiete e forti

di solitudini

colori

di poesie

su foglie

respiro odoroso

d’Amore

sul collo del cielo.

.

Graziella Cappelli

Published in: on giugno 25, 2017 at 07:09  Comments (16)  

Cara poesia

Lo sai

che nacqui

diversa

in quella casa

inerme

dove la Morte

amava sostare.

Ma …

ti mostravi

sinuosa

in bella calligrafia

dalla penna

del nonno.

Poi c’incontrammo

sui banchi

di scuola

e fu …

un grande Amore.

E c’eri

sulla cresta

degli uragani

nel fetore

delle discariche

nel silenzio

di urli interiori.

Sempre

ti vesti

di rose a siepe

contro

ogni scherno.

Non sarò sola

quando

tornerò al Padre.

.

Graziella Cappelli

Published in: on giugno 16, 2017 at 06:53  Comments (16)  

Una notte con gli angeli

Tramonto d’oro

disciolto

nel bacio della notte.

Brina di stelle

e Orione

in cintura

diamantina.

Nella casa

di bosco

sciacquio di stoviglie

in odore d’inverno.

Suonano

tamburelli

di gioia

mentre

in arpeggi piumati

un capriccio

di forme celesti

aleggiano

sul camino.

Crepita

un fuoco

irreale

cuscini di fusa

sulle sedie.

L’istante

mi forgia d’infinito.

 

Graziella Cappelli

Published in: on giugno 7, 2017 at 07:37  Comments (11)  

Notturno

Nel riassunto

del giorno

tramonto lillà

sfumato

sul versante

della notte.

Bisbigliano

gli olivi

in preghiera

notturna e

oltre la selva

Venere

pulsante

in messaggi

di luce

a illuminare

prati di silenzi.

 

Graziella Cappelli

Published in: on maggio 27, 2017 at 07:46  Comments (10)  

Il dolore

Una vita

per concepire

la geometria

del dolore

É il perimetro

del cuore

e ne mantiene

i battiti

in ogni respiro.

 

Graziella Cappelli

Published in: on maggio 18, 2017 at 07:43  Comments (19)  

Numeri

Siamo numeri

pellegrini

di ticket-tatuati.

Quieti-inquieti

negli uffici

nei parcheggi

per strade.

Plagiati-sorteggiati

dal tabaccaio.

Inneggianti-turbolenti

agli stadi.

Smarriti-affranti

nelle liste d’attesa

in ospedali

negli ospizi.

Adescati-esplosi

per guerre.

Numeri

biascicati-riciclati

contati-assemblati

a configurare

Poltrone

con carta igienica

e pulsantiera

incorporate.

 

Graziella Cappelli

Published in: on maggio 9, 2017 at 07:38  Comments (12)  

Mattina d’inverno

Respiro

di brina

alle vetrate.

Irrompe

il sole

fra alberi

arabescati

a incendiare

salici ai cigli.

Scompiglio

nel fosso

e sfrascar

del cinghiale

in vibranti

orecchie.

Poi

elevandosi

un saluto irsuto

grugnisce.

 

Graziella Cappelli

Published in: on aprile 30, 2017 at 07:35  Comments (15)