Buone nuove da Aurelio

Tra i numerosi attestati e riconoscimenti ottenuti dai nostri poeti quest’estate abbiamo il piacere di ricordare il  13° posto (su ben 835 partecipanti) nella sezione in lingua al XXI Concorso Internazionale di poesia “Il Saggio – Città di Eboli” – Premio Alda Merini, ottenuto lo scorso 30/7 a Eboli (SA) dal nostro caro Aurelio Zucchi, con il suo brano “Scavai nel cielo”, già pubblicato sul Cantiere il 18/9/2013, che vi riproponiamo qui di seguito. Siamo orgogliosi dell’amicizia del nostro Aurelio, che da lunga data onora il nostro Cantiere, e gli auguriamo di proseguire con una lunga catena di successi la sua carriera di autore sensibile ed ispirato.

 

Scavai nel cielo

Inginocchiato ai sogni da bambino

scavai nel cielo senza darmi tregua,

sicuro prima o dopo di scovare

l’inizio di quel raggio che non vedo.

.

Mi piacque demolir fosche figure

formate dalle nuvole in cammino,

figure a guisa dei dannati ghigni

che già all’avvio spezzano il sospiro.

.

Fu poi la volta della pioggia nera,

di quella che di netto disunisce

il vezzo di guardar lassù, in alto,

con la speranza di vedere il sole.

.

Toccai la ruggine degli uomini

che mai la diluiscono giù in terra

e, al contrario, l’affidano al futuro

per conservarla nell’aria maledetta.

.

Scavai nel cielo anche da grande,

armato più di quando ero fanciullo,

ma a malavoglia presi buona nota

che nulla nell’aria era cambiato.

.

Ero mutato io, l’uomo dei sogni,

che del bambino non ho più la stoffa,

pietrificato nella certezza stolta

di alterare il mio assegnato fato.

.

Aurelio Zucchi

 
 
Annunci
Published in: on ottobre 13, 2017 at 18:17  Comments (7)  

Alluvione di premi

Da fonti bene informate ci giunge notizia dell’ennesimo exploit dei nostri amici poeti: la quinta edizione del Concorso Internazionale La Finestra Eterea, la cui premiazione si terrà il 28 ottobre prossimo a Cinisello Balsamo (MI), ha emesso i suoi verdetti. Quinta assoluta nella sezione Poesia si è classificata la nostra Sandra Greggio, con la poesia “Tu” (pubblicata sul Cantiere il 16/4 scorso). Nella sezione Testi Letterari si è affermato con il secondo posto assoluto il nostro Santi Cardella, con la silloge “Le stagioni del cuore” dalla quale è tratto il brano che vi proponiamo qui di seguito “Botticelliana”. Nella sezione Poesia infine abbiamo anche un primo posto assoluto, e se lo è aggiudicato il nostro Piero Colonna Romano con il brano “Via delle Monache”, già pubblicato sul Cantiere il 27/3/14, che parimenti vi riproponiamo. Che dire, vogliamo ripeterci ancora una volta? Complimenti vivissimi ai vincitori, artisti e cari amici che onorano queste pagine, con l’augurio di ripetersi ancora conquistando sempre nuovi allori!

§

Tu

Dove passi lasci il segno
ora una lacrima
sul petalo di un fiore 
ora il singhiozzo in un ruscello.

Ora il rumore del vento
simile ad un lamento
ora il fruscio che fan le foglie
quando si parlano.

Dove passi lasci il segno
ed il tuo profumo
si spande nell’aria.

“…e tutto parla di te”.

Sandra Greggio

§

Botticelliana

Mi porti l’estate sognata fanciulla

avvolta in un manto di luce e mistero?

Andiamo pei prati a cercare una culla

nell’erba e nell’oro d’un verde sentiero?

Mi porti i tuoi occhi a narrare racconti

di musiche alate, parvenze lontane

di lente dolcezze racchiuse in tramonti

portati sui tocchi di lente campane?

Sai tu la mia terra? Dal cuore profondo

domani nell’alba darà le viole.

Mi dai la tua luce e rischiari il mio mondo?

Mi porti a morire nel centro del sole?

Santi Cardella

§

Via delle Monache

Fatto di grezzo legno il pavimento,

pien di scaffali un piccolo negozio,

dietro un bancone riposava in ozio

una vegliarda, mano sotto il mento.

Nell’aria odor di libri si spandeva,

da fruste copertine ricoperti,

mi conquistavan quando, appena aperti,

scoprir d’autori ignoti m’accadeva.

S’alzava dalla panca quella vecchia

dalla figura segaligna ed alta

che nera veste il portamento esalta,

mentre veletta le copria l’orecchia.

Dell’Austria imperiale avea ricordo,

Franz Joseph permaneva nel suo cuore,

ai libri usati dava tanto amore

e personaggio fu ch’io ancor non scordo.

Da quella botteguccia mi partivo

con Dostoevskij amato sotto braccio,

di Pirandello, ahimè, ridotto a straccio,

con Ibsen, Poe e d’altri mi nutrivo.

Fu proprio quella donna affascinante

che in me trasmise tutta la passione

per la letteratura e l’emozione

oggi perdura ancora ed è appagante.

Son ritornato un giorno in quel pertugio,

plastica e vetri, è sorta una vetrina,

in bella mostra c’è una mutandina,

e reggiseni e calze fan gran sfoggio.

Ma quell’odor di carta e di cultura

mi resta dentro e grande nostalgia

m’assale quando penso a quella via

che amai in prima età d’amor che dura

Piero Colonna Romano

 

Published in: on ottobre 11, 2017 at 19:58  Comments (11)  

Un altro alloro per Franca

Ci giunge la lieta notizia che la nostra cara  amica Franca Donà (astrofelia) si è aggiudicata il primo premio alla VI edizione del Premio Internazionale di Poesia “Memorial Guerino Cittadino” la cui premiazione si terrà il prossimo 21 ottobre a Rende (CS). Si aggiunge un altro alloro alla nutrita serie di riconoscimenti che il mondo letterario ha tributato al talento della nostra autrice. Siamo particolarmente fieri di annoverare Franca tra i più fedeli amici del nostro Cantiere, e le auguriamo di proseguire ad aggiungere perle al suo diadema di artista. Pubblichiamo qui di seguito il brano vittorioso, inserito nella sezione a tema “I valori autentici della vita.”

 

E sembra ieri

 

Questo mattino preso in mano

come un fiore eretto nel suo stelo

bianco di brine e odori vecchi

in quei comignoli svuotati verso il cielo

le strade che parlano di fretta e d’altro ancora

e la mia voglia o la paura di guardare …

a volte sai è un attimo, sembra ieri

eppure quanto tempo tra le dita,

quante rughe a empire gli occhi

a spezzare il cuore ora che la neve incalza

e si torna un po’ bambini, dentro.

Non mentono mai le grida ai corsi d’acqua

o i discorsi alati delle anatre sul lago,

il rosso del primo sangue al mese

l’ultima lacrima a mio padre già disteso.

Non mente questo giorno nuovo

accolto come un figlio nella pancia

l’idea dell’ansia e la trepidazione

la scelta dei colori e del rispetto

perché è  quello che ho imparato

         e sembra ieri.

 

astrofelia franca donà

Published in: on settembre 29, 2017 at 11:33  Comments (12)  

Raffica di premi per Raffaele

E’ con rinnovato piacere che vi diamo comunicazione di una serie di riconoscimenti che sono stati attribuiti ad un nostro amico poeta che da qualche tempo impreziosisce la nostra vetrina. Raffaele Saba in questa stagione estiva ha mietuto successi di grande prestigio: alla terza edizione del Premio Internazionale di Poesia Città di Latina ha ottenuto ben due segnalazioni di merito per le poesie “Oltre il sole” e “Passaggio Latino”, mentre alla XXIV edizione del Roncio d’Oro Premio Letterario Nazionale Città di Ronciglione (VT) si è aggiudicato il diploma di merito  con il brano “Amata Ronciglione fiore reciso”. E non è tutto: lo scorso 24 settembre a Varallo Sesia (VC) Raffaele ha conquistato l’undicesima posizione assoluta meritando il Diploma com medaglia aurea e targa all’edizione 2017 del Premio Internazionale di poesia Città di Varallo, con la poesia “Antica Varallo”. Tributiamo all’autore le vivissime congratulazioni di tutto il Cantiere, certi che a tali riconoscimenti ne seguiranno presto numerosi altri, di sempre maggior prestigio!

Il Cantiere

Published in: on settembre 27, 2017 at 12:26  Comments (16)  

Sandro e Sandra sugli scudi

Tanto per non perdere l’abitudine alle buone notizie vi ragguaglio su due nuovi successi ottenuti dai nostri amici poeti, accomunati dal nome e dal talento! Si tratta di Sandro Orlandi e Sandra Greggio: il primo, ormai avvezzo ai trionfi editoriali, si è aggiudicato il Diploma d’Onore all’XI edizione del Premio Letterario Nazionale Giovane Holden, la cui premiazione si è tenuta il 23 settembre a Viareggio (LU). L’ambito riconoscimento gli è stato conferito per il romanzo inedito “Il caso Timbari”, a conferma del livello letterario della sua produzione di narrativa. Sandra invece è entrata nel lotto dei finalisti del Secondo Concorso Letterario di Narrativa e Poesia La Penna del Drago, tenutosi a Bologna il 24 settembre scorso, con la sua poesia “L’incontro”, che vi abbiamo proposto sulle pagine del Cantiere il giorno 22 luglio. Siamo orgogliosi di continuare la tradizione vittoriosa del nostro manipolo di scrittori e porgiamo le nostre felicitazioni a Sandro e Sandra con l’augurio di dare sempre più lustro alla loro carriera letteraria e al nome del nostro sito!

Il Cantiere

Published in: on settembre 26, 2017 at 19:46  Comments (10)  

Ancora premi per i nostri amici!

L’estate avanza ma non si ferma la pioggia di premi per i nostri amici poeti! Oggi vi voglio dare comunicazione di due successi relativi agli scorsi mesi di giugno e luglio: all’amico Salvatore Armando Santoro è stato conferito il premio speciale  “Maria Monteduro” sezione poesia nell’ambito del Concorso Internazionale di Poesia e Letteratura “De Finibus Terrae” tenutosi a Gagliano del Capo (LE). La IV edizione del concorso “La Lingua del Girasole”, concorso di aforismi online patrocinato dall’Associazione Artistico-Culturale Helianto di Como, ha invece premiato con menzione di merito l’amico Simone Magli per il suo aforisma “C’è tutta una vita, ma solo pochi attimi per viverla”. Ancora una volta è stata riconosciuta la qualità e la personalità dei poeti che onorano il nostro sito: propongo un brindisi alle loro imprese, comprese quelle future!

Il Cantiere

Published in: on settembre 1, 2017 at 08:00  Comments (8)  

Buone vacanze a tutti!

Come di consueto, con l’arrivo dell’estate, il Cantiere si ferma per consentire a tutti di sgombrare la mente e dedicarsi al meritato riposo. Quest’anno la pausa è più breve e si limita al solo mese d’agosto, per cui ci rivedremo molto presto con le vostre poesie e quelle dei classici, alcune già programmate e messe “in fresco” per settembre. Come al solito però non vi lasciamo soli, e dedicheremo questo mese ad una piccola rassegna geo-fotografica: si tratta dei miei “luoghi del cuore” in Italia, luoghi in cui mi sono sentito felice e dove mi piacerebbe tornare per ritrovare le sensazioni di un tempo. Buone vacanze a tutti!

Il Cantiere

Published in: on luglio 31, 2017 at 08:44  Comments (12)  

Amici del Cantiere, la nostra amica Piera Grosso mi ha comunicato poco fa una tragica notizia: Giancarlo Passarini, il nostro caro “Passero”, è morto ieri sera a Bologna dopo una breve malattia. È una grande perdita per la nostra piccola comunità, sia dal punto di vista poetico che umano. Abbiamo tutti apprezzato le qualità del nostro caro Giancarlo, le sue doti di ironia e sensibilità, e ci mancherà immensamente il suo contributo acuto ed originale, firmato con quell’appellativo poetico e gentile. Questo momento è davvero triste, e avrei voluto commemorare il nostro amico con le sue stesse parole. Purtroppo non sono in sede e non ho la possibilità tecnica di editare un articolo sul Cantiere. Perdonatemi, appena finiranno le ferie ricorderemo degnamente il poeta e l’amico. Grazie a tutti per esserci in questa occasione.

Published in: on luglio 17, 2017 at 23:01  Comments (21)  

L’estate calda di Raffaele

E’ davvero un’estate trionfale per il nostro amico poeta ed artista Raffaele Saba: lo scorso 24 giugno la sua poesia “Estate al Borgo antico”,  che abbiamo avuto l’onore di pubblicare sul Cantiere il 28/3/17, ha ricevuto una menzione speciale al IV Concorso di Poesia “Compiuta Donzella” svoltosi a Piano di Sorrento (NA). E’ invece recentissimo il prestigioso riconoscimento che Raffaele ha ricevuto da parte dell’Ateneo Internazionale degli Empedoclei di Scienze Lettere ed Arti con sede in Agrigento, che gli ha conferito il titolo di “Accademico d’onore nella Classe delle Arti”. A questo punto è ufficiale: il Cantiere ha accolto tra le sue file un artista di grandissimo valore che merita il plauso di tutti ed il nostro augurio di ottenere sempre maggiori affermazioni in campo artistico e letterario!

Il Cantiere

Published in: on luglio 12, 2017 at 11:42  Comments (17)  

Il viaggio di Raffaele

E’ con sommo piacere che vi comunico un nuovo successo di un amico del Cantiere: il poeta e pittore Raffaele Saba si è aggiudicato il terzo premio alla XIV edizione del Premio Letterario Tridacna, la cui cerimonia di premiazione si è svolta lo scorso 1 luglio a Colonna (RM). Nel proporvi la poesia vittoriosa (e più sotto il dipinto dell’autore ispirato al brano) mi unisco a tutti gli amici del Cantiere nel tributare un sincero applauso a Raffaele augurandogli il successo che merita in entrambe le attività artistiche!

Il viaggio

Svolgi le vele verso l’infinito
per appagar la sete d’avventura.

Cavalchi l’onda dell’oscuro mar
mirando la prua all’orizzonte,
amico vento gonfia le vele,
spingi la rotta all’occidente.

Noce di quercia sfidi i frangenti
tempestoso dio calma i marosi,
dona maestrale e vigorosi venti.

Porto amico perso all’orizzonte
foschia e bonaccia svuotano le vele,
ti ritrovasti solo in quell’immenso,
senza cibo ed acqua a ristorare.

Della polare stella segui la rotta
venti nuovi sospingono la barca,
vivi per il ricordo dei tuoi cari,
lasciati in patria per seguir la meta.

Dei dell’olimpo spingono il tuo guscio
vedi tra le nebbie monti come draghi,
sconosciuti lidi, trasparenti laghi.

Terre nemiche attendono lo sbarco
aguzzi scogli forano lo scafo,
e l’albero maestro s’inabissa.

Vieni scaraventato oltre l’onda
e su soffice arena naufragato.

Tu che lasciasti il focolare amico
per appagar la sete d’ avventura,
ti ritrovasti in terra sconosciuta,
libero in volo verso nuova meta.

Raffaele Saba

(Dipinto dell’autore)

Published in: on luglio 5, 2017 at 11:15  Comments (17)