Guardandoti

Ti ho rivista 
i capelli sul tuo viso


lunghi fino al fondo 
a vestirti da madonna.



Un sorriso tra i tuoi occhi
 le labbra che lo seguono.


Celestiale m’appare ancora


quell’immagine di te.



Luminoso  il mio vedere 
in una trama più celeste


tra le nubi diradata
 m’inebria ancor di te.

 

Il Passero

Published in: on marzo 17, 2017 at 06:51  Comments (9)  

Notte di luna

Sorgi in questa notte così buia


rischiara con la tua fioca luce


questo sentiero che non vedo.


Rumori di passi calpestano rami


tra pioppi tremuli e querce diradate

e ancor più fitto il biancospino

mi lacera, mi lacera nel cammino.

Esci dalla nuvola che ti avvolge  

in questa notte così buia e scura.

Cantami ancora, donami ancora.

 

Il Passero

Published in: on marzo 8, 2017 at 07:47  Comments (9)  

Ma dove stanno poi tutte quelle?

Sfilano a volte che tra i pensieri ritornano
immagini piene di altre, ed altre ancor che
sembra di rivedere un film, un videotape.
Son piene di percezioni, sono registrazioni.
Alcuni le vedono a colori, con suoni, emozioni
altri solamente in bianco e nero, immobili.
Ma tutte hanno un peso, tutte uno spazio
e tutte non stanno dove si crede che stanno.
Un Fisico dichiarò analizzando il problema:
-che per un tempo di sei mesi restavano
negli oscuri meandri del nostro…cervello.-

Allora dove poi stanno tutte quelle che vedo
quando ritorno, quando sogno, quando rivedo?

Il Passero

Published in: on febbraio 27, 2017 at 07:44  Comments (9)  

Quasi…aforisma

Le donne si innamorano di te


per quello che sei, poi…….


quando ti vogliono cambiare


il loro cuore non batte più.

 

Il Passero

Published in: on febbraio 18, 2017 at 07:26  Comments (6)  

Notte mia

Cammini leggera poi entri sicura


son nella notte i tuoi passi felpati 


arrivi silente in quella più scura


mi prendi nel sogno di tempi incantati.



Poi, ti concedi sì dolce e perduta


nei mille colori di giorni fatati.


Son calde le mani, carezze di bruma


dolce il respiro di tempi passati.



Mi risveglio ancora domani 


ma tu solo un sogno rimani.


Ricordo sì intenso che appare confuso


rimani un momento che resta soffuso.

 

Il Passero

Published in: on dicembre 12, 2016 at 07:25  Comments (12)  

Ricordando

Oggi è un giorno di dolore


testimoniato in quell’orrore


di vite violentate, flagellate

corpi accatastati, ammassati. 


Ci sto male, vorrei cambiar canale.


Una canzone  s’alza al cielo


stringe il cuore, un fumo nero.


Mi chiedo ancora come sia stato


che tanta gente ha macellato


tutti quei simili, pianificato.


Mi faccio forza


è la giornata della Memoria.

 

Il Passero

Published in: on novembre 22, 2016 at 07:48  Comments (11)  

Viaggiando

Ho preso un treno alla stazione


tutti salirono per concessione


quella fermata l’ho chiamata


sento il grido della frenata.



Un portoghese senza biglietto


tutti cantavano, che confusione


un professore con il colletto


in quel tumulto, che zibaldone.



Ho preso un treno alla stazione


c’è chi li perde, chi si diverte


tra un’ intervallo e un’emozione.



Poi sono sceso, la mia fermata


è una palabra, è un’alluvione


canta sempre, sembra canzone.

 

Il Passero

Published in: on novembre 5, 2016 at 07:04  Comments (7)  

Al primo amore

Mi ritorni alla mente 


con i tuoi occhi scuri

i capelli corvini


il tuo bel viso.


Mi ritorni alla mente

con le tue dolci labbra


il tuo sapore, il tuo calore.


La gioia vissuta

di quei momenti celati


donna irraggiungibile, poi

un bacio


e ho sentito tutto il tuo amore.


E quando ti ricordo m’appari


in un vestito chiaro,

con la pelle un po’ scura

i tuoi occhi neri, i capelli corvini


col tuo viso da ragazzina.


Calda, accogliente


perdutamente mia.

 

Il Passero

Published in: on ottobre 27, 2016 at 07:02  Comments (12)  

Vorrei

Riuscir vorrei ad entrare in quelle teste


frugar tra i lor mari e le lor tempeste


per ascoltare dei lor pensieri, desideri


quel che nascondon dalchè son neri.



A volte uno sguardo sol mi basta


per leggere quel buio che sovrasta


in quell’animo perduto si riflette


su quegl’occhi offuscati, si perdette.



Mondare con un colpo sol di spugna


sanare quei meandri tanto oscuri.


Il mondo è un posto che ripugna


non basta un’idea o spessi muri.



Son tanti che la lor luce han perduto

tra un sogno, un immago ed uno sputo.


Lascia che venga e ancor poi sia

quella voglia di vivere con armonia.

 

Il Passero

Published in: on ottobre 17, 2016 at 07:48  Comments (6)  

Io e te

Così sono qui, a passeggiare


insieme a te


a parlare delle nostre vite


tra quest’ erba e cemento


fra queste case.


Mi piace questo momento 


tra le parole che usiamo


mangiamo, ridiamo e…..
ci ritroviamo.

 

Il Passero

Published in: on ottobre 8, 2016 at 07:42  Comments (11)