Il Futuro

Chi sa
che cosa mi riserba
il Futuro:
un tormentato Presente
o un deluso Passato?
Affacciato alla finestra
del mio mondo, vedo
un’arida sterminata pianura grigia,
coperta da nuvole nere,
aperta ai gelidi venti,
ai turbinii della rugginosa terra.
Ma, laggiù, all’orizzonte, laggiù,
un raggio di sole
vibra caldo e dorato
e squarcia l’angoscioso velo opaco
che fa lacrimare gli occhi e l’anima.
Ecco il mio Futuro:
incognito, ma presente
che illumina il passato
tra tenebre e luci
tra gioie e tristezze,
ed impaziente attende

Nino Silenzi

Annunci
Published in: on gennaio 31, 2018 at 07:01  Comments (5)  

Un altro anno

Un altro anno s’è dissolto
tra le braccia dell’avido Tempo.
Sol rimane la polvere dei ricordi
a danzar lieve al sole
al soffio tenue
della vita che vorticosa
sprofonda
tra lacerazioni esistenziali
e musiche interrotte
nel baratro delle ineluttabilità quotidiane.
Giungerà presto al fondo,
alla porta spalancata
del Cosmo rovesciato.

Nino Silenzi

Published in: on gennaio 18, 2018 at 07:01  Comments (4)  

Visione ipnotica

Volti sfuggenti tra nuvole d’oro.
Santi danzanti nell’eterea luce.
Pensieri materializzati
in un nugolo di moscerini azzurri
impazziti su pozzanghere blu
che danzano furiosi verso l’occaso
rosso immanente.
Due tramonti di soli incrociati
arrossano i cieli capovolti
trafitti da ali d’avvoltoi
bianchi, attesi da cadaveri
d’animali e d’uomini
nell’abisso della nera luce.
Ed io sono al centro,
cervello pulsante insetti
nel tempo che s’è fermato
attonito e spezzato.
Il Natale è alle porte
pronto come ogni anno
a tessere inganni,
a donare illusioni
d’amore e di pace.

Nino Silenzi

Published in: on gennaio 6, 2018 at 07:18  Comments (3)  

Tramonto autunnale

I pensieri vanno e vengono
come nuvole gonfie e nere
nel cielo pallido e grigiastro
di questo giorno dicembrino.
Raggi di luce rosa
saettano come strali
e vibranti salutano
i monti austeri
e l’amico mare.
Il sole sembra divertirsi:
si nasconde dietro una vermiglia
nube carica di pioggia.

I pensieri vanno e vengono
con il vento di libeccio
che s’aggira virulento
tra le siepi e le piante;
schizza gocce irrequiete
d’acqua tiepida
su terrazze, finestre e strade.

I pensieri vanno e vengono
tra i celesti lontani squarci
che combattono con le nuvole
e si beano di rosea luce.
La sera scende a poco a poco
tra bagliori che si spengono
ed ombre che s’accendono.

I pensieri vanno e vengono
nella solitudine mia serena,
nella pace della mia sera.

Nino Silenzi

Published in: on dicembre 21, 2017 at 07:18  Comments (7)  

Il viale

Cammino per il viale deserto,
solo cammino nell’ombra.
In fondo una speranza di luce:
un raggio di sole
fa danzare
le foglie plananti
tristi leggere
a riposare
accartocciate
per terra.

Ad uno ad uno si staccano gli anni
dall’albero della mia vita nel viale deserto,
screziato d’ombre e luci,
e, come certezze fluttuanti,
rinsecchiti cadono
su marciapiedi dissestati,
coperti di polvere e foglie,
di gioia e dolore.

Nino Silenzi

Published in: on dicembre 12, 2017 at 07:14  Comments (2)  

Foglie, addio!

Foglie,
voi che vi fate così belle
prima di morire,
ditemi,
indossate l’abito vostro
più lussuoso e variopinto
per andare incontro
alla signora Morte?
Forse siete stanche di vivere,
forse vi piace morire,
forse sperate di rinascere.
Anch’io, non so quando,
incontrerò quella signora.
Forse mi metteranno un vestito nero,
forse reciteranno per me una preghiera;
mi adageranno tra quattro assi, è certo,
mi seppelliranno sotto l’erba fresca, è certo.
Addio, foglie care!
Chissà se un giorno
potremo stringerci in un abbraccio,
polvere nella polvere,
vicino ai cumuli di terra
delle laboriose formiche,
mentre il cielo sorriderà di luce.

Nino Silenzi

Published in: on novembre 28, 2017 at 07:26  Comments (3)  

Purtroppo

 

Purtroppo sono stanco
di sentire, di vedere
fatti e cose che non vorrei
conoscere.
Mi preoccupo?
E di che?
Pensate un po’:
c’è chi si lamenta
della crisi finanziaria,
chi piange il caro morto,
chi protesta contro
la riforma della scuola,
chi fa all’amore,
chi maltratta le donne,
chi uccide,
chi muore di fame,
chi ruba,
chi si buca,
chi gioca a nascondino,
chi muore a scuola,
chi è contento,
chi?
chi
chi.
Ed io son qui
che penso, penso
e ripenso.
Sento, vedo
e mi preoccupo!
È possibile?
Vi sembro normale?

Nino Silenzi

Published in: on ottobre 17, 2017 at 07:41  Comments (2)  

Accadde di giorno

Accadde di giorno
in pieno sole
dentro il rauco fiume
fra fruscii di canne
e ronzii di libellule.
Ero fuggito dall’anima.
Vidi il mio viso
ondeggiare deforme
nella luce riflessa
dell’acqua fluente.
Nuotando leggero
nel murmure fresco
compresi finalmente
d’essere vivo.
Piangevo e ridevo
ai rovi spinosi
ai pioppi pensosi.

Nino Silenzi

Published in: on ottobre 2, 2017 at 07:04  Comments (5)  

Compleanno

Eccomi tra voi.
Nell’immensa grotta celeste dov’ero
con milioni d’anime vaganti
nell’infinito spazio
delle essenze invisibili
sono stato casualmente
scelto a farmi carne
per venire tra voi.
M’hanno detto
che vivere non è facile
che dovrò soffrire
che sarà sempre più difficile
man mano che crescerò,
e che un giorno
mi riabbracceranno.

La profezia s’è rivelata esatta,
ma, strano, alla vita
mi ci sono affezionato.
Ho amato me stesso,
la mia donna,
il mio fiore,
i miei cari
e tanti
tanti altri.
Mi dispiace andarmene,
ma quegli spiriti
m’aspettano ansiosi,
vogliono sapere com’è
la vita dell’uomo!
La loro speranza è
scendere sulla Terra.
Provare la vita è il più bel
desiderio del cielo.

Nino Silenzi

Published in: on settembre 21, 2017 at 07:45  Comments (7)  

Addio

Mi ti ero affezionato,
anzi ti ho quasi amato.
Mi portavi con te,
ti portavo con me.
Insieme siamo stati
nella pioggia e nel vento,
con sole e con tempesta
per paesi fatati
senza aver un tormento
con la tua bella cesta.
Il color verde giada
spiccava per la strada;
e quando tu passavi
t’ammiravano gli avi,
i giovani e i bambini
ed anche gli sposini.
Purtroppo sei invecchiata,
sei stata ritoccata,
fai fatica in salita
e più non fai una gita.
Dobbiamo separarci,
l’addio dobbiamo darci
presso l’autosalone
della ditta Rondone,
oggidì alle diciotto
col cuore tutto rotto.

Nino Silenzi

Published in: on settembre 6, 2017 at 07:40  Comments (5)