Pupazzo triste

Pupazzo triste
che cammini a testa bassa
per le strade del destino.
Il tuo viso non conosce
sorriso, le tue guance
non conoscono carezze,
solo la solitudine
ti è perenne amica.
Pupazzo triste
che non conosci l’affetto,
di giorno in giorno
vaghi alla ricerca
di un appiglio
che possa donarti
nuova forza per
continuare a vivere.

Patrizia Mezzogori

Annunci
Published in: on ottobre 19, 2019 at 07:09  Comments (2)  

A mia madre

Un gelido vento
cristallizza ogni lacrima
che scende sul viso
da quando non ci sei più.
Te ne sei andata portando
via un pezzo del mio cuore,
lasciandomi nell’indifferenza
di chi mi è accanto.
Incomprensioni che non amavi
riempiono le giornate,
solo il tuo ricordo mi è di conforto.
Sei stata madre affettuosa,
fulgido esempio di forza e coraggio
hai saputo affrontare la vita
sempre a testa alta,
superando ogni ostacolo
incontrato negli anni vissuti.
Solo la malattia ti ha vinta,
rubandosi il tuo essere terreno
per trasformarti in stella
che illuminerà il mio cammino.

Patrizia Mezzogori

Published in: on ottobre 2, 2019 at 07:40  Comments (1)  

Tristezza immota

Colma di una tristezza immota
e avvolta da un pesante silenzio,
la materna natura
guarda ogni giorno,
con occhi sempre più stanchi,
la distruzione
che tutt’intorno regna.
Attraverso squarci di nubi
grigie di dolore,
indomita cerca invano
un cuore che ospiti
nobili pensieri e batta
con intenti volti
solo all’amore e alla pace.

Patrizia Mezzogori

Published in: on settembre 20, 2019 at 07:38  Comments (4)  

Amare e sognare

Amare e sognare..
sparire come gocce di sale
seccate dal sole inclemente
su questa zattera che
cavalca le onde dei pensieri
 
Come naufraghi
della passione
andare alla deriva
fra le ombre di una stanza
colorata da riverberi di pioggia

Vagare nei piccoli gesti
rincorrerci e riprenderci
nel gioco della mente
che assapora il corpo tuo
dove gli spazi si colorano di te

Ma sarà dolce la notte
col gorgoglìo di un ruscello
sfiorando le ciglia della luna
che mi sarà vicina, 
quando dormendo sognerò… te

Patrizia Mezzogori

Published in: on gennaio 23, 2019 at 07:00  Comments (1)  

Notte silente

Silente è la notte
nel faticoso viaggio della vita
mentre sibillina sussurra
il nome tuo

Note invadono la mente
di musiche soavi
che la tua voce canta
con accattivante melodia

Le mute stelle estive
raccolgono i pensieri,
invano ti cercano le mani
mentre indomiti fremiti
percorrono la pelle

L’anima assetata
brama attimi eterni
e la voglia di vederti
è più forte del sapere
che tutto ciò
acuisce il mio dolore

E come una drogata
attendo un segno tuo
ma l’alba si rischiara
tra lacrime di sale
e una volta ancora
non parlerai per me

Patrizia Mezzogori

Published in: on gennaio 15, 2019 at 06:55  Comments (1)  

Folle pensiero

Pronuncio parole nella mente…
è come vivere un grande mistero,
camminare sospesi e non capire
il male  che ho vissuto

Non conosco il sorriso sul tuo viso,
solo l’amaro saluto delle ombre
di un piacere ormai svanito
nelle stanze  vuote e buie

Fragile è respiro che alimenta
attimi ruvidi di tormento
in ricordi di un tempo andato
nell’immobilità dell’essere

Nel battito di un pensiero,
rivive la falsa armonia
velata di sentimento
che muore ogni sera col sole

E le strade verso l’orizzonte
si chiudono all’infinito,
mentre sento solo il rumore
di un folle pensiero nel vuoto

Patrizia Mezzogori

Published in: on gennaio 7, 2019 at 06:53  Comments (1)  

Sentiero senza ritorno

nell’inventare la falsa idea,
di non saper amare

Nascondere dietro parole,
ombre e tormenti della vita,
ma nella mente il solo pensiero
d’emozioni mai vissute

Un solo momento di dolcezza,
di debolezza umana
a ricordarti d’essere persona
che può sentire il sangue pulsare

Di luce si vive senza paura,
ma non v’è speranza di poterla trovare
senza abbattare infine quel muro,
dietro al quale si cela il mistero

Patrizia Mezzogori

Published in: on dicembre 30, 2018 at 06:50  Comments (1)  

Attraverso…

Attraverso una finestra
scivola ancora,
come rugiada mattutina
tra gli spazi sottili
e malinconici del tempo,

un morbido sorriso
che si stende come vela
in mezzo al mare
dove la mia essenza,

riflette tra note suadenti
nel sublime splendore
del volteggiare di gabbiani 
trasportati da correnti,

come i minuti
che scorrono nella notte
inesorabili e sordi
al richiamo dei sensi

Patrizia Mezzogori

Published in: on dicembre 22, 2018 at 07:45  Comments (1)  

Lieve

Sul profilo delle labbra
un bacio lieve e caldo, solo sfiorato
e subito fremente la voglia di sentire
forti braccia che cingono per risvegliare i sensi

Spazi fuori dal tempo che pulsano di passione,
di poesia palpitante e malinconica
un pensiero che seduce con il fluire delle ore,
un sospeso istante di vita
un fermo immagine nello scorrere del tempo

Emozioni che penetrano nelle sensazioni,
profondità di sonorità che raggiungono la mente
in un quieto e inquieto desiderio

Voglia irrequieta e dilagante
lega la tensione emotiva che pervade il corpo
Una danza leggera si libera nel cielo
uno sprazzo di luce accende una linea sensuale

Una commovente bellezza illumina la vita
che è l’essenza dell’essere una sola cosa
nell’istante stesso
del culminare dell’estasi e della pura passione

Patrizia Mezzogori

Published in: on dicembre 12, 2018 at 07:00  Lascia un commento  

Parole dal mare

Sospesa, ascolto del mare le onde
che lente si adagiano sulla battigia,
sussurrano storie di teneri amanti
racchiuse in bottiglie cullate dal vento

Narran di viaggi intrapresi nel tempo,
sogni mai stanchi di prendere il largo
che candide vele appaion sull’acqua
pur quando a regnare è burrasca e tormento

Raccontano storie di lacrime amare,
di amori che piangono chi non ritorna,
per l’anime perse e mai ritrovate
che ora riposano negli immensi abissi

Ma s’ode più forte al di sopra di tutte
la voce dell’onda eletta a custode
dei tanti ricordi d’un dolce bambino,
dei grandi suoi occhi e del loro infinito

Del grande suo amore per l’azzurro mare,
fedele compagno di un lungo cammino
nel mentre la vita doveva affrontare
cullando il suo sogno rivolto al futuro

Patrizia Mezzogori

Published in: on dicembre 4, 2018 at 06:54  Comments (5)