Ti voglio bene

“Mamma un abbraccio”
Dici dolce con la tua
Vociona da uomo,
Come quando eri piccolo,
Ieri, anni anni fa,
Volati puff…
E ora mi abbracci e
Al contrario sei tu
Che mi avvolgi
Dal tuo metro e novanta
Fantastico diciannovenne
Me, piccola mamma.
Tra le tue braccia mi perdo,
Nella tua tenerezza filiale,
Nel mio infinito
Amore materno,
Immutati, eterni,
E come allora ridiamo
E ci prendiamo in giro
E ci diciamo semplicemente
“Ti voglio bene”.

Piera Grosso

Published in: on gennaio 18, 2020 at 07:31  Comments (1)  

Siamo simili

Noi che a volte
Ci sentiamo invincibili,
Immortali come dei,
Noi siamo fragili
Come cristalli preziosi
In mille pezzi sparsi ovunque.
Se siamo simili al Divino
Invece è per le grandi ali
Che abbiamo per volare,
Per le buone tracce
Che possiamo lasciare
Nel nostro cammino.
Se siamo simili al Divino
È per l’eredità di amore
Che possiamo donare,
Per le carezze lievi,
Per gli sguardi silenziosi
Che non hanno bisogno di parole,
Per la solidarietà tra noi,
È per il coraggio che affiora
Nella tempeste delle vite,
Nelle nostre piccole e grandi speranze
E alla fine nei sogni.
Siamo simili.

Piera Grosso

Published in: on gennaio 11, 2020 at 07:25  Comments (1)  

Che il nuovo anno

Che il nuovo anno
Porti pace
dove c’è guerra e
Tra tutti noi,
Porti acqua e cibo
Dove mancano,
Porti casa e lavoro
A chi non l’ha.
Che il nuovo anno
Porti la guarigione
A chi è malato,
Porti luce a chi
È nel buio,
Che allevi ogni tipo
Di sofferenza.
Che il nuovo anno
Allontani ogni pericolo
Per l’umanità e ogni crimine,
Che ci insegni amore,
Solidarietà e tolleranza e
Che semini ogni valore buono
Tra noi.
Che salvi tutti i bambini
Nella loro sacra innocenza e
Tutti i giovani affinché volino
Nei cieli delle loro vite.
Che il nuovo anno illumini
Tutti i governanti,
Che abbassi i toni del potere
A favore dei popoli,
Che tutti operino
Per salvare il nostro pianeta
Che è la vera casa di tutti noi.
Che salvi anche le nostre speranze,
I sogni comuni o privati e
Che insegni a sognare davvero
A tutti.
Che il nuovo anno porti
Giustizia sociale e verità,
Che ognuno
Sia vero e sincero con se stesso
E con gli altri,
Che si raccontino di nuovo
Le storie, la storia, affinché
I ragazzi sappiano davvero
Da dove veniamo e chi siamo.
Che il nuovo anno ci porti
Ad abbracciare
Il mondo intero fraternamente
E senza divisioni, separazioni,
Esclusioni, emarginazione o muri,
Che ci faccia guardare
Chi abbiamo accanto sempre
Col sorriso, con comprensione e
Tenerezza.
Che si leggano i libri
Che nutrono la mente,
Che si parli di nuovo
Di cultura, di arte, di bellezza
Cibo per le nostre anime.
Che il nuovo anno
Ci renda tutti migliori
Per migliorare le nostre esistenze
Con profonda leggerezza.

Piera Grosso

Published in: on gennaio 4, 2020 at 07:36  Comments (4)  

Mare sogno

Mare, blu inchiostro, notturno,
Illuminato divinamente
Da un cielo vicino.
Mare salvifico, tiepido liquido,
Che accarezza, senza pensieri.
Le tue acque buone
Danno una pace non terrena.
Sicuramente al posto dei gabbiani
Volano Angeli silenziosi
Invisibili attorno.
Si sta bene finalmente.

Piera Grosso

Published in: on dicembre 26, 2019 at 07:20  Lascia un commento  

Esistenze miracolose

Possiamo compiere
Imprese incredibili e
Amare quasi come Angeli.
Abbiamo forza insospettabile e
Coraggio da vendere 
Non senza paura.
Possiamo volare
Altissimo nel cielo
Dell’anima pur con fatica e cercare di essere giusti anche se non è semplice
O generosi e aiutare l’altro
Senza giudicare.
Noi possiamo essere migliori
Dell’ attimo prima imparando 
Ad ascoltare chi c’è ora.
Possiamo tutto ciò che di meglio
Esiste nei cuori
Per illuminare le nostre esistenze
Miracolose.

Piera Grosso

Published in: on dicembre 12, 2019 at 06:50  Comments (1)  

Il sole mi bacerà ancora

Seduta nella mia larga cucina
Bianca e piena di luce
Sulla mia riposante poltrona
Coperta dal panno rosa
Che qualcuno mi regalò,
Guardo la finestra 
Come fosse un quadro 
Sul mondo, sulla vita.
Vedo il cielo nuvoloso,
Ma luminoso del sole nascosto. 
Le nuvole viaggiano nell’aria,
Nello spazio, nel tempo
Come anime.
Vedo le mie belle piantine aromatiche
Sul davanzale che io curo.
La musica si spande attorno
Ascolto un buon sound,
Il libro appoggiato
Sulle mie gambe allungate.
Sono diventata una gatta,
Sono diventata domestica,
Sono piuttosto malata,
Me l’hanno detto i medici,
Ho dovuto crederci.
Eppure qui seduta riesco solo
A sentire questa musica,
E a guardare Il cielo, 
Riesco solo a vedere
Quella luce che traspare e
A pensare, immaginare
Che sopra, dietro c’è il sole
Che col suo calore bacera’
Le mie piantine, mi bacera’ ancora.

Piera Grosso

Published in: on dicembre 5, 2019 at 06:56  Comments (3)  

Voglio restare

Improvvisamente il cielo
Sembra davvero infinito,
Così meraviglioso e pulito
E gli alberi mi parlano.
Improvvisamente
Guardo questo miracolo
Tutt’attorno e scorre
La mia vita intera
Come in un film.
Io la vedo girare,
La vedo volare,
Con ogni passo fatto,
Ogni anno trascorso,
Ogni emozione o persona
O amore o angolo nascosto.
Improvvisamente è
Così bello restare che
Sento già la nostalgia
Dell’andare.
Sì io voglio stare
Coi piedi per terra e
Respirare dall’alto di un monte
O sulla riva del mare
Con chi posso ancora amare.

Piera Grosso

Published in: on ottobre 24, 2019 at 07:14  Comments (2)  

Sta succedendo la vita

Sta succedendo la vita.
Il fatto è che noi
Non siamo immortali,
Anzi fragilissimi
Come cristalli e preziosi
Come diamanti.
Sta succedendo su me,
Sta passando
Nel tunnel in cui sto ora,
Sul monte altissimo che scalo
A piedi nudi.
E’ così che accade.
Nasciamo nudi,
Poi siamo vestiti e poi all’ improvviso
Quando la vita succede,
Quando sembra allontanarsi,
Torniamo ad essere nudi.
Sta succedendo la vita.
Io la vedo, e’ come una marea
Con le onde che arrivano e
Dopo vanno dove non si sa.

Piera Grosso

Published in: on ottobre 9, 2019 at 06:57  Comments (2)  

Le figure dell’amore

Le figure dell’amore
contano baci innumerevoli
e corpi intrecciati
nell’ombra tiepida
di candele accese,
che tremano
ai respiri intimi e segreti.
Le figure dell’amore
salgono ai cuori
ballando emozioni di cristallo
che si infrangono come onde
negli sguardi perduti.
Le figure dell’amore
toccano i cieli infiniti delle anime,
volando attorno alle galassie
come Angeli con ali immense.
Le figure dell’amore
restano ritagliate nell’aria per sempre
per chi vuole ancora
amare domani.

Piera Grosso

Published in: on giugno 30, 2019 at 07:37  Comments (1)  

Tu sei stato

Tu sei stato una parte
del mio cielo più azzurro,
e sei stato la nuvola
carica di pioggia e
di temporale.
Sei stato il cammino,
la scalata, la gioia,
la sofferenza, il pianto
e la risata.
Sei stato il mio lato migliore
e quello meno bello.
Tu sei stato grande davvero
e senza te mi sono sentita nuda,
ma ora tu sei il cielo, la nuvola,
il sereno, la pioggia,
sei la pianura, la montagna,
il mare, la gioia e il pianto
tutto insieme e ovunque.
Cosi io cammino sola e
di nuovo vestita.

Piera Grosso

Published in: on giugno 23, 2019 at 07:35  Comments (1)