Ma sì

Ma sì, alla fine
Va bene così,
Te ne sei andato
Per sempre giovane,
Per sempre amato,
Rimpianto.
Eh già il tuo stile,
Lasciare la scena
Come una star
Sempiterna nel ricordo.
Dai, tu lo sapevi in fondo
Di rimanere
Impresso a fuoco nei cuori.
Si, si eccoti qui…
Peccato le lacrime.

Piera Grosso

Published in: on luglio 23, 2017 at 07:14  Lascia un commento  

Vado

Vado dove si sorride,
Si ama, si vola,
Dove c’è luce
Anche di notte.
Vado dove mi abbracciano o
Vedono davvero
La mia anima e
Mi baciano con dolcezza.
Vado dove mi cercano
Con sincerità e tenerezza
E mi accarezzano
Amorevolmente anche il cuore.
Vado dove incontro
Chi mi dice “ti amo” o
“Tu sei per me…” vado…
Via da qui e da te…

Piera Grosso

Published in: on luglio 14, 2017 at 07:42  Comments (7)  

Fuori il mondo

Svegliarmi vorrei domani
Che mi aspetti
al solito posto trovarti,
E con te andar
Ammirando la mattina
Nel bel centro città
Tra caffè e parole
Negli occhi sorridendoci
Solo noi fuori il mondo…

Piera Grosso

Published in: on luglio 5, 2017 at 17:36  Comments (12)  

Quello che amavo di te

Quello che amavo di te
Ora capisco,
Era la luce piena
Che mi invadeva
Come un raggio
O un fascio che arriva
Dall’alto dopo un temporale.
Una cosa rara dunque,
Nonostante i tuoi difetti,
Come la gran dolcezza
Che mi appagava e
Mi tranquillizzava.
Non ho quasi nessun ricordo
Tuo se non col sorriso,
Persino quando eri contrariato
O in piena sofferenza.
Non c’era bisogno
Che tu mi sfiorassi o
Ti complimentassi con me
Per qualsiasi cosa,
Perché ogni premessa o
Promessa era nell’aria tra noi.
La gentilezza e la cura
Di qualsiasi aspetto
Della vita e dei rapporti
Erano per te naturali,
Un dono degli Angeli
Esclusivo.
Ti sposavi con la mia anima
Così bene che alla fine
Non c’era tra me e te
Neppure un’increspatura,
Anche nei confronti.
Io ti amavo e tu mi amavi.

Piera Grosso

Published in: on giugno 26, 2017 at 06:55  Comments (11)  

Mare amore

Lì vorrei essere
Sulle tue rive invernali
mare amore
E come con un amante
Sensuale e capace
Perdermi
Anima e corpo
Tra le tue acque conosciute
E l’insolita neve.
Per sempre innamorata.

Piera Grosso

Published in: on giugno 17, 2017 at 07:44  Comments (13)  

Argentino tango

Tango
Aroma di sensi
Profumo e sudore,
Baci pensati, profondi,
Corpi sfioranti e
Avvolti.
Tango eros,
Gambe intrecciate,
Amplesso immaginato,
Musicato, ritmato.
Conquista
Sguardi desiderosi,
Desideri inespressi
In un passo definito
In un movimento
Liberato… deciso,
Elegantissimo.
Argentino Tango
Amore antico…
Eros… ancora.

Piera Grosso

Published in: on giugno 8, 2017 at 07:41  Comments (14)  

Rido ma…piango

Rido ma… piango
Parlo ma… ho il silenzio in me
Guardo ma… non vedo nulla
Sembro allegra… ma sono triste
Cerco di ingannare il mondo
Ma il mio specchio
Dice la verità.

Piera Grosso

Published in: on maggio 30, 2017 at 07:41  Comments (15)  

L’anno bambino

Che nevichi pace,
Che piova giustizia,
Che grandini onestà.
Brilli solidarietà,
Spiri umanità,
Che amore scaldi.
Che l’anno che arriva
Bambino illumini tutti e
Un vento speranzoso
Accenda il sorriso
Sul volto del mondo.

Piera Grosso

Published in: on maggio 21, 2017 at 07:34  Comments (12)  

Quasi un anno

Quasi un anno,
Dodici mesi,
Trecentosesanticinque giorni,
Conterei pure i minuti
E quelli secondi,
Se fossi brava in matematica,
Che tu non sei qui.
No, non ci sei.
Non più a respirare, sudare
Per una corsa quotidiana,
A camminare, pensare,
Amare, persino a contrariarti,
Arrabbiarti, ad avere
Una giornata storta,
A sorseggiare
Il tuo caffè preferito
Nel tuo bar preferito
Gustando la brioche alla nutella
O gioire e sorridere
Luminoso com’eri,
Ad andare in moto al mare o
Al parco che ti piaceva.
Tu non ci sei.
E questo mi toglie il fiato,
Non solo e tanto
Che non sei con me,
Ma che non sei col mondo
E non ci sei da tempo ormai
E per il tempo non sarai.
Mi toglie il fiato.

Piera Grosso

Published in: on maggio 12, 2017 at 06:54  Comments (12)  

Dormi accanto a me

Dormi accanto a me
Come quando eri piccolo.
Sei arrivato
Nel cuore della notte
Perché hai la febbre alta e
Come allora
Vuoi il mio contatto.
Ti stendi nel “lettone”
Sedicenne enorme,
Stile america,
Quasi un metro e novanta
E lo occupi tutto.
Eppure improvvisamente
Sei piccolo…nel buio
Nel buio lo stesso respiro pesante
Di quando stavi male,
Nel buio la mia mano
Che cerca di sentire
Se la tua fronte
Si è un po’ rinfrescata,
Nel buio penso
“Sarà una delle ultime volte”
E ascolto il tuo leggero russio
Come una bella musica…

Piera Grosso

Published in: on maggio 3, 2017 at 07:06  Comments (16)