Parto di sangue

BLOODBIRTH

That which is inside of me screaming
beating about for exit or entry
names the wind, wanting winds’ voice
wanting winds’ power
it is not my heart
and I am trying to tell this
without art or embellishment
with bits of me flying out in all directions
screams memories old pieces of flesh
struck off like dry bark
from a felled tree, bearing
up or out
holding or bring forth
child or demon
is this birth or exorcism or
the beginning machinery of myself
outlining recalling
my father’s business – what I must be
about – my own business
minding.

Shall I split
or be cut down
by a word’s complexion or the lack of it
and from what direction
will the opening be made
to show the true face of me
lying exposed and together
my children your children their children
bent on our conjugating business.

§

Ciò che dentro di me urla
sbatte per uscire o entrare
nomina il vento, dei venti vuole la voce
dei venti vuole il potere
non è il mio cuore
e sto cercando di dirtelo
senza artifici o abbellimenti
con schegge di me che volano in ogni direzione
urli ricordi vecchi pezzi di carne
eliminati come corteccia secca
da un albero abbattuto, sopportando
o confermando
trattenendo o dando alla luce
bambino o demone
è questa nascita o esorcismo o
progettazione iniziale di me stessa
che abbozza richiama
gli affari di mio padre – ciò che dovrei
trattare – facendo
gli affari miei?

Dovrò spaccarmi
o essere abbattuta
dal colore di una parola o dalla sua mancanza?
E da quale direzione
sarà aperta la breccia
per mostrare il vero volto di me
inerme nudo e insieme
i miei figli i vostri figli i loro figli
intenti ai nostri affari comuni?

AUDRE LORDE

Annunci
Published in: on dicembre 11, 2018 at 07:26  Lascia un commento