Di gennaio

Inverno2
.
I’ doto voi, nel mese di gennaio,
corte con fuochi di salette accese,
camere e letta d’ogni bello arnese,
lenzuoi de seta e copertoi di vaio,
treggea, confetti e mescere a razzaio,
vestiti di doagio e di rascese;
e’n questo modo stare a le difese,
muova scirocco, garbino e rovaio;
uscir di fuor alcuna volta il giorno,
gittando della neve bella e bianca
a le donzelle che saran d’attorno;
e, quando fosse la compagna stanca,
a questa corte facciasi ritorno,
e si riposi la brigata franca.
.
FOLGÒRE DA SAN GIMIGNANO
Published in: on gennaio 23, 2016 at 07:12  Comments (1)  

Di giugno

Di giugno dovvi una montagnetta
coverta di bellissimi arboscelli,
con trenta ville e dodici castelli,
che sian entorno ad una cittadetta,
ch’abbia nel mezzo una soa fontanetta
e faccia mille rami e fiumicelli,
ferendo per giardin e praticelli
e rinfrescando la menuta erbetta.
Aranci e cedri, dàttili e lumie
e tutte l’altre frutte savorose
empergolate siano per le vie;
e le gente vi sian tutte amorose
e faccianvisi tante cortesie,
ch’a tutto ‘l mondo siano graziose.

FOLGÒRE DA SAN GIMIGNANO

Published in: on giugno 29, 2015 at 07:27  Comments (2)